Steaua eliminata dalla Conference League: il presidente licenzia due nuovi acquisti

Gigi Becali è un nome che suona molto familiare a chi mastica calcio. Il politico e imprenditore romeno è da anni padre-padrone della Steaua Bucarest ed è stato spesso al centro di grandi controversie, una delle quali lo ha costretto addirittura a cambiare il nome del club in Fotbal Club FCSB. Il vulcanico patron ha fatto ancora una volta parlare di sè in occasione della sconfitta della Steaua nei turni preliminari di Conference League contro i meno quotati kazaki dello Shakhtar Karagandy. La conseguente decisione presa da Becali sta facendo molto discutere…

Squadra eliminata? Presidente licenzia due nuovi acquisti

Il Fotbal Club FCSB, club un tempo conosciuto con il nome di Steaua Bucarest, è stato clamorosamente eliminato nel turno preliminare di Conference League (competizione in cui la Roma di Josè Mourinho esordirà il prossimo 19 Agosto). Giustizieri dei rumeni i kazaki dello Shakhtar Karagandy, che hanno avuto la meglio ai calci di rigore. Una sconfitta che ha mandato su tutte le furie il vulcanico presidente dell’FCSB, Gigi Becali, che ha licenziato immediatamente due nuovi acquisti del club arrivati nella capitale della Romania appena due settimane fa: l’austriaco Stipe Vucur ed il ceco Zdenek Ondrasek.

Presidente licenzia due nuovi acquisti

Ed è subito polemica…

La decisione di Becali, che al momento non è stata motivata dal presidente, ha ovviamente lasciato senza parole i tifosi del club e la maggioranza degli addetti ai lavori. L’imprenditore è subito finito nel mirino della stampa romena e anche di quella ceca, paese d’origine di Ondrasek, uno dei due giocatori silurati. Le polemiche riguardo questo episodio sembrano solo all’inizio, ma chi conosce il personaggio Becali sa bene che il vulcanico presidente dell’FCSB non farà troppo caso a critiche e contestazioni.

Presidente licenzia due nuovi acquisti

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti