Messi al PSG, soci del Barcellona presentano reclamo alla Commissione Europea

Messi al PSG, sembra ormai certo. L’argentino ha salutato ufficialmente il Barcellona nella giornata di ieri al Camp Nou. Un addio, o meglio un arrivederci, tra le lacrime. Ora La Pulce può dedicarsi al suo futuro che sarà, salvo imprevisti dell’ultimo minuto, a Parigi. Il club di proprietà del fondo sovrano del Qatar, infatti, sembra sia l’unico che possa e voglia accontentare le richieste dell’attaccante.

Il Paris Saint-Germain avrebbe proposto a Leo un accordo di tre anni, di cui l’ultimo facoltativo, e uno stipendio di 35 milioni netti. Certo, meno rispetto a quanto offerto in passato, ma pur sempre di 35 milioni si parla. 

Cifre che hanno attirato l’attenzione di tutti, anche dei soci del Barcellona. Per loro  dover fare a meno di Messi è stato già un duro colpo, ma l’idea che l’argentino vada a Parigi e per cifre del genere è inaccettabile. I blaugrana hanno dovuto dire addio al loro numero 10 a causa delle restrizioni imposte dalla Liga sul tetto salariale. L’argentino aveva accettato di ridurre il suo salario per poter rimanere in Catalogna, ma questo non è bastato a causa del rifiuto di concedere deroghe alla normativa spagnola sul Financial Fair Play.

Messi al PSG, soci del Barcellona presentano reclamo alla Commissione Europea

La proposta del PSG, che prima di Leo ha già tesserato con accordi faraonici Donnarumma, Sergio Ramos, Hakimi e Wijnaldum, ha fatto quindi storcere il naso ai soci del Barcellona proprio per il FFP imposto, in questo caso, dalla Uefa. Il Financial Fair Play regola il rapporto, che deve essere tassativamente virtuoso, tra spese e ricavi nei bilanci. 

I soci del Barcellona hanno quindi portato il caso all’attenzione della Commissione Europea. Ad annunciarlo, sui social, è Juan Branco, un avvocato della Corte d’Appello di Parigi. Messi al PSG o forse no. I soci del club blaugrana denunciano la concorrenza non conforme alle regole del club francese: “Per conto dei soci dell’FC Barcelona, il mio studio ha preparato un reclamo presso la Commissione Europea e ha chiesto la sospensione provvisoria davanti ai tribunali civili e amministrativi in Francia per impedire al Paris-Saint Germain di ingaggiare Lionel Messi”. 

Dando un’occhiata ai numeri percentuali, il PSG, in termini di FFP, è messo peggio del Barca: I numeri percentuali del PSG in termini di ‘fair play finanziario’ sono peggiori del Barcellona. Nella stagione 2019/20 il rapporto tra stipendi e ricavi del PSG era del 99%, mentre per il Barcellona è stato del 54%. E nel frattempo la differenza è aumentata. È inconcepibile che il ‘fair play finanziario’ serva ad aggravare la deriva del calcio-business, della sua strumentalizzazione per le potenze sovrane e lo svilimento delle competizioni. Chiederemo alle autorità che intervengano immediatamente al fine di bloccare questa operazione lesiva degli interessi patrimoniali dei nostri rappresentanti.

Si attende di conoscere ora la risposta. Nel frattempo la notizia di Messi al PSG è quasi sempre più certa. L’argentino è atteso nella capitale francese per definire gli ultimi dettagli dell’accordo e per espletare tutte le formalità del caso. L’ormai ex numero 10 blaugrana potrebbe sbarcare già nelle prossime ore a Parigi.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti