Lukaku al Chelsea, imbrattato il murale a San Siro dedicato a lui

Romelu Lukaku è un passo dal Chelsea ma i tifosi nerazzurri non ci stanno e imbrattano il murale di San Siro dedicato a lui. Giorni bollenti di calciomercato. Se Barcellona è ancora sotto shock per l’addio di Lionel Messi, a Milano non va tanto meglio. I tifosi della Beneamata sono furiosi per l’imminente e ormai quasi certa  partenza di Romelu Lukaku. 

Lukaku al Chelsea, imbrattato il murale a San Siro dedicato a lui

Sette anni dopo aver lasciato Stamford Bridge, Il belga è pronto a tornare a indossare la maglia Blues. Il club della Premier League ha offerto ben 115 milioni di euro, che sono bastati per far cambiare idea ai campioni d’Italia in carica. Lukaku da incedibile a cedibile. 

L’attaccante, attualmente, si trova a Nizza per un evento di uno sponsor, ma atterrerà poi a Londra per gli ultimi dettagli dell’accordo e la firma. La fiducia che i tifosi nerazzurri avevano riposto in lui è così andata in frantumi. E l’hanno dimostrato chiaramente imbrattando il murale dedicato a lui a San Siro.

Una situazione difficile da accettare per i tifosi dell’Inter, sopratutto dopo che l’attaccante aveva promesso di voler rimanere a Milano. Nelle scorse ore alcuni di loro hanno mostrato tutto il loro disaccordo rovinando l’opera nei pressi di San Siro, in via dei Piccolomini, alle spalle della Curva Nord al Meazza. Mentre Big Rom volava verso la sua nuova avventura, alcuni interisti hanno imbrattato l’opera che ritrae il giocatore di spalle, con le braccia al cielo e con la scritta “Dear Milano, you’re welcome”. Il murale era stato completato nello scorso aprile. 

I tifosi hanno anche lasciato uno striscione accanto al murale che recita: “Ci avete rotto tutti i cogl**ni”. Su Facebook, un gruppo di interisti ha aggiunto: “Caro Lukaku, ci aspettavamo da te un comportamento più onesto e trasparente. Ma, nonostante ti abbiamo protetto come un figlio, come uno di noi, anche tu hai dimostrato di essere proprio come tutti gli altri, mettendoti in ginocchio per soldi. Ti auguriamo il meglio, anche se l’avidità non sempre paga”. 

L’Inter, che sta facendo fronte ai problemi finanziari, aveva già perso il tecnico Antonio Conte alla fine della stagione, ma anche Achraf Hakimi. Perdere Lukaku è stata davvero troppo. 

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti