Florenzi polemico: “La Roma mi ha scaricato. Motivo tecnico? No, c’è altro…”. E Mou lo punge: “Spero arrivi sotto”

Alessandro Florenzi sarebbe dovuto essere il capitano della Roma del post De Rossi, ma qualcosa è andato storto e dopo le esperienze con Valencia e Psg, il terzino è stato ceduto al Milan. Attualmente in prestito, i rossoneri potranno riscattarlo la prossima stagione per 4,5 mln. Florenzi nella conferenza di presentazione ha voluto spiegare perché ha lasciato la Roma.

Florenzi torna sul suo addio alla Roma

La Roma ha preso la decisione di mettermi da parte dopo essere tornato da campione d’Europa – ha dichiarato Florenzi in conferenza stampa, ma credo che abbia fatto la sua scelta 2-3 anni fa. Una scelta, chiamiamola tecnica, anche se non è tecnica e per me c’è qualcos’altro. L’ho accettata a malincuore, perché tutti sanno che sono tifoso della Roma e non è un segreto. Non c’è altro da dire“. Di tutt’altro avviso Mourinho, che ha raccontato un’altra versione dei fatti: “Gli faccio gli auguri per avere una buona stagione, se possibile finendo dietro di noi. Spero possa essere felice a Milano, ho parlato con lui una volta e nella sua testa era perfettamente chiaro quello che voleva fare: andare al Milan. Quello che piace a un giocatore è importante per me e la società lo ha aiutato”.

Florenzi ha spiegato di aver scelto il diavolo perché fortemente corteggiato dai dirigenti: “Ora sono qui con una squadra e una società che ha fiducia in me ed in questo momento è la cosa più importante per me. Credo di poter fare bene, posso assicurare che darò tutto me stesso per la causa. Mi ha spinto soprattutto la voglia del Milan nei miei confronti, mi ha cercato e voluto più delle altre squadre all’estero. È una soluzione che affronto con determinazione, non vedo l’ora di scendere in campo. L’insistenza di Massara è stata un plusvalore, come quella di Paolo Maldini. Ma tutta la società mi ha voluto, la fiducia di un club è importante ed è quello che in questo momento cercavo. Ai tifosi prometto quello che è la mia storia: onorerò la maglia in campo e fuori, negli atteggiamenti. A volte è più importante ciò che fai fuori, suderò sicuramente la maglia“.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti