Benatia: “Allegri non ha mantenuto una promessa. Mourinho perfetto per la Roma”

Medhi Benatia riparte dalla Turchia ma non dimentica l’esperienza in Italia. Il marocchino, dopo l’avventura in Qatar con l’Al-Duhail, è approdato nella Super Lig turca. L’ex bianconero infatti è un nuovo giocatore del Karagumruk. Il suo nome, nel corso degli ultimi mesi, era stato accostato a diversi club italiani, ma il suo futuro non sarà in Serie A. Il 34enne, però, non dimentica l’Italia e, in un’intervista a Sky Sport, parla di Allegri, di Roma ma anche di Inter e Sampdoria

Benatia: “Allegri non ha mantenuto una promessa”

Benatia lascia la Juventus nel gennaio 2019 per scarso utilizzo ma anche per ragioni extrasportive. Il giocatore parla del ritorno di Allegri e ammette ora di stimare il tecnico, anche se con lui non ha mantenuto una promessa: “Stimo molto Allegri perché è un grande allenatore. Con lui mi sono trovato in sintonia e anche in vacanza ci siamo incontrati. Con i calciatori ha un buon rapporto. Io sono andato via dalla Juve perché Allegri non mantenuto una promessa che mi aveva fatto”.

L’ex bianconero parla anche degli obiettivi della Vecchia Signora per la stagione appena cominciata. Il livornese, secondo lui, può riportare il titolo a Torino: “Allegri può portare la Juve al suo livello, a rivincere lo scudetto. Per nove anni ho sentito dire che contava di più la Champions, poi quando l’ha vinto l’Inter è successo un casino. Conta anche il campionato, oltre all’Europa”. 

Benatia: “Mourinho perfetto per la Roma”

Il marocchino parla poi di un’altra ex squadra, la Roma e del loro nuovo allenatore, Jose Mourinho. Un allenatore perfetto per i giallorossi: “La piazza di Roma è una delle più belle del mondo. Poi l’arrivo di Mourinho ha portato tante speranze ai tifosi, lui ha vinto tanto ovunque. Credo che lui sia fatto per allenare la Roma, perché non tutti possono farlo. Questa piazza si merita una grande squadra. Sono molto contento dell’arrivo di Mourinho, ho avuto la fortuna di parlarci lo scorso anno in Qatar, è uno che quando parla di calcio devi solo ascoltarlo. Sono convinto che alla Roma otterrà buoni risultati”.

Il difensore infine svela anche dei retroscena di mercato, legati al Bologna e alla Sampdoria: “Ho avuto un po’ di contatti. Ho sentito l’amico Walter Sabatini di Bologna, ho sentito la Sampdoria perché c’era D’Aversa, un allenatore che stimo molto. Mi voleva già al Parma, ho avuto un feeling incredibile con questo allenatore, è una grande persona e sono sicuro che farà bene alla Samp”.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti