Ribery-day, scoppia la rissa allo Stadio Arechi: due arresti

Frank Ribery è ufficialmente un giocatore della Salernitana e, nelle scorse ore, è stato presentato allo Stadio Arechi. Il fuoriclasse francese è arrivato in città in mattinata e, dopo le visite mediche, ha firmato un accordo che lo lega al club per la prossima stagione, con opzione per il 2022/23 in caso di salvezza. Poco dopo le 16 si è recato invece all’Arechi, già con indosso la maglia granata, per una presentazione show davanti a migliaia di tifosi in delirio, che lo hanno accolto con il coro “Siam venuti fin qui per vedere segnar Ribery.

Ribery-day, scoppia la rissa allo Stadio Arechi: due arresti

Presentazione macchiata da quanto successo all’esterno della tribuna dell’Arechi. Qualche attimo dopo la presentazione della rosa, infatti, si è scatenata una rissa tra tifosi. La causa scatenante sarebbe stata  il direttore sportivo Angelo Fabiani

Tutto, infatti, ha avuto inizio non appena il ds è uscito dal settore in questione. Un tifoso, a quel punto, avrebbe rivolto insulti a Fabiani, che avrebbe risposto al confronto. Il direttore sportivo è stato poi difeso da molti tifosi presenti. 

Ed è proprio per questa ragione che sarebbe partita la rissa. In quel momento, tra l’altro, erano presenti anche alcuni bambini tra la folla. Gli animi si sarebbero placati solamente grazie all’intervento delle Forze dell’Ordine che hanno fermato due individui.

Diversa la versione dell’agenzia Italpress, che spiega che lo scontro è scoppiato  per accaparrarsi un posto utile per fotografare il campione francese, ma anche per riuscire ad ottenere un selfie con lui.

Ribery, nel frattempo, ha già pronunciato le sue prime parole come giocatore della Salernitana: “Sono molto contento di essere qui con la mia nuova squadra, il tecnico e lo staff. Il nostro obiettivo è quello di salvarci, tutti insieme. Darò tutto il massimo per voi, per la società e per questa squadra. Grazie a tutti di essere qui oggi. Appena sono arrivato ho sentito una passione incredibile. È per questo che sono venuto. Oggi allo stadio con la squadra è stato emozionante. Sono qui per dare una mano in più e dare il massimo. Mi sento ancora molto bene, ho ancora tanto da dimostrare. Sappiamo che la Serie A è un campionato difficile ma ho bisogno di trovare il più velocemente possibile il mio ritmo”.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti