Autostrade replica a Mancini: “Venga a conoscere gli operai”

Ha destato un po’ di scalpore lo sfogo social dell Ct azzurro Roberto Mancini, rimasto bloccato allo svincolo A26 lamentandosi di non aver trovato nessun cartello che ne avvertisse la chiusura. Attraverso un post Instagram, Autostrade replica a Mancini, invitando il tecnico di Jesi a fare un sopralluogo e conoscere le centinaia di operai che lavorano per ammodernare e mettere in sicurezza strade e autostrade.

Lo sfogo del Mancio

Queste sono le autostrade italiane, arrivi a mezzanotte dalla A7 allo svincolo A26 e trovi l’autostrada chiusa senza un cartello che segnala la chiusura. Vergognatevi ma in tanti dovete vergognarvi“. Questo lo sfogo social notturno del Ct dell’Italia Roberto Mancini, bloccato nella notte a causa di lavori sull’arteria autostradale ligure. Mancini, dopo la bella vittoria della Nazionale contro la Lituania, stava percorrendo quel tratto di strada per tornare a casa, ma il blocco dello svincolo lo ha costretto ad un’imprevista e forzata sosta. Nel pomeriggio è arrivata la replica di Autostrade all’allenatore.

Autostrade replica a Mancini

La chiusura della A26 – scrive Autostrade su Instagram – inclusa in un programma di lavori riguardanti le gallerie, è stata attivata ieri dalle ore 21, in direzione Genova, a partire dal bivio per Novi Ligure/A7 fino al bivio per la A10. L’informazione della chiusura, inserita anche come previsione nella home page del nostro sito, è risultata sempre esposta sui pannelli luminosi in avvicinamento al tratto interessato, sia dalla A7 che dalla A26. In particolare la chiusura è stata preannunciata fin dalle ore 9 del mattino e in continuità segnalata a partire dalle 21 per tutta la durata dell’evento. Prendiamo in ogni caso spunto dal suo messaggio e cercheremo di migliorare ancora di più l’informazione di servizio“.

I nostri tecnici e operai – prosegue il post – stanno facendo sforzi inauditi per portare avanti un lavoro che non è visibile a chi viaggia, ma che consiste nella completa ristrutturazione delle gallerie per allungarne la durata di decine di anni. Uno sforzo che comporta inevitabili disagi, che noi per primi vorremmo evitare a viaggiatori e cittadini, ma che è necessario per ammodernare le infrastrutture di questo Paese, che risalgono in larga parte agli anni ‘60/’70″.

Autostrade replica a Mancini

Poi, parlando direttamente al Ct degli Azzurri: “Dentro quelle gallerie lavorano ogni giorno e notte centinaia di uomini e donne che danno il massimo per rispettare i tempi di consegna. Le andrebbe di venire a conoscerli? Saremmo infatti lieti di invitarla a fare un sopralluogo dentro questi cantieri“, conclude il post dedicato a Mancini. “Troverà tanta passione e impegno, oltre che accesi tifosi suoi e della Nazionale che, invece che vergognarsi, la accoglieranno in modo affettuoso. Che ne pensa? La aspettiamo!“.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti