Cristiano Ronaldo, il rito di iniziazione e il discorso ai compagni dello United

Cristiano Ronaldo non poteva desiderare un ritorno migliore a Old Tafford. Il portoghese, nel match contro il Newcastle, ha contribuito infatti con una doppietta alla vittoria per 4-1 dei Red Devils. Ma prima del suo secondo debutto con la maglia dello United, l’attaccante ha voluto fare un discorso ai nuovi compagni di squadra. Un discorso da leader, riportato poi sulle pagine delle Sun.

Cristiano Ronaldo, il rito di iniziazione e il discorso ai compagni dello United

Venerdì sera, prima dell’incontro di Premier League, gli uomini di Solskjaer si  sono riuniti a cena in hotel. Il momento perfetto per il rito di iniziazione dei nuovi arrivati. Si alza Sancho, poi si alza Varane e infine è il turno di Cristiano. La squadra,  come racconta a TalkSport il portiere Lee Grant, è in ansia e non sa cosa aspettarsi: “C’era Raphael, Jadon e ovviamente Cristiano. Eravamo tutti in ansia, chiedendoci se si sarebbe alzato e avrebbe cantato. Ma si è alzato ed è stato brillante. Ovviamente non ho intenzione di divulgare quello che ha detto”.

Ronaldo ha stupito tutti i presenti. Invece di mettersi in piedi su una sedia per intonare una canzone, ha fatto un breve discorso, come confermato anche dal tecnico Ole Gunnar Solskjaer.

Una fonte ha poi rivelato quanto detto dal portoghese al Sun: “Il discorso di Cristiano Ronaldo è stato molto potente ed edificante. L’intero gruppo di giocatori e staff tecnico ha ascoltato in silenzio. Ha detto ai suoi compagni di squadra ‘Sono tornato al Man United per due motivi. Il primo è perché amo il club. Il secondo è che amo la mentalità vincente che cresce tra le fila di questo club. Non sono tornata a fare la cheerleader. Se volete avere successo, allora ho bisogno che amiate questo club dal profondo del vostro cuore”.

Il portoghese ha continuato specificando che il suo obiettivo è vincere e che tutti devono lottare affinché questo avvenga: “Dovete mangiare, dormire e combattere per questo club. Che voi giochiate o non giochiate, dovete supportare i vostri compagni di squadra e dare sempre il 100% per il club. Sono qui per vincere e nient’altro. Vincere ci porta la felicità. Vogliamo essere felici, vero?’”.

Il 5 volte Pallone d’Oro ha poi ammesso di aver seguito il club da lontano e di aver notato le difficoltà degli ultimi anni. Dopo l’addio di Sir Alex Ferguson la squadra ha ha avuto “un crollo”. 

Cristiano Ronaldo ha quindi proseguito dicendo che crede nei suoi compagni e che bisogna tornare alla vittoria: “Siete tutti giocatori fantastici e io credo in voi, altrimenti non sarei tornato. I tifosi vi sosterranno, se darete il massimo. Voglio solo creare una mentalità vincente, così quando un giorno mi ritirerò, la mentalità vincente rimarrà e questo gruppo di giocatori dominerà il calcio, come abbiamo fatto in passato. Farò del mio meglio per la squadra, ma ho bisogno anche del vostro supporto. Siete pronti a combattere? Siete pronti a lasciare tutto in campo?”.

Il discorso si è concluso con una standing ovation per il portoghese. I Red Devils hanno risposto positivamente a Cristiano Ronaldo, vincendo a Old Trafford per 4-1 contro il Newcastle.  

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti