Il ricordo della steward colpita da Ronaldo: “Avevo discusso con lui qualche anno fa”

Il Manchester United perde per 2-1 contro lo Young Boys nella prima partita della fase a gironi della Champions League. Ma nonostante fosse la prima gara europea dopo il ritorno di CR7, nonostante il portoghese abbia segnato l’unico gol degli inglesi del match, la serata verrà ricordata anche per un altro motivo. Allo stadio Wankdorf di Berna, infatti, il 5 volte Pallone d’Oro ha accidentalmente messo ko una steward con una pallonata durante il riscaldamento. A pochi giorni dall’episodio, però, la donna racconta di aver già incontrato e discusso con il centravanti in passato. 

Il ricordo della steward colpita da Ronaldo: “Avevo discusso con lui qualche anno fa”

Ma cos’è successo a Berna? L’ex Juventus, durante l’allenamento, tira il pallone e accidentalmente colpisce la steward, Marisa Nobile. Il portoghese si è subito avvicinato per verificare il suo stato di salute. Quando il giocatore ha capito che era tutto a posto, è tornato in campo e poi, a partita finita, ha regalato la maglia a Marisa.

Dopo il piccolo incidente, la steward, come riporta Olè, ha rilasciato un’intervista e ha raccontato che non era la prima volta che parlava con il portoghese. Cinque anni fa, quando Ronaldo giocava ancora nel Real Madrid, Marisa lavorava come ufficiale di campo in Svizzera. E i due, dopo una partita, hanno avuto una discussione: La partita era finita e lui ha continuato ad allenarsi sul campo. Noi steward eravamo molto stanchi e lui non se ne andava. Sono andata a lamentarmi, non sapevo nemmeno chi fosse, lo giuro. Gli ho detto ‘Amico, siamo stanchi, devi andare”. 

CR7 però non l’ha presa bene: Si è arrabbiato e mi ha insultato, poi ha anche imprecato. È stato molto scortese, ha imprecato e mi ha detto di andare in quel posto e io ‘Vai, tu maleducato’”.

Situazione completamente diversa invece prima del match di Berna. Marisa è rimasta sorpresa nel vedere Cristiano Ronaldo accanto a lei per aiutarla: “Quando mi sono girata e ho guardato il pubblico, ho sentito qualcosa di veramente forte nella mia testa. Quando mi sono ripresa mi sono ritrovata davanti Ronaldo. Mi prendeva la mano, mi chiedeva se stavo bene. Gli ho chiesto ‘Ma è vero? Sei davvero tu?’ E lui ‘Certo, sono Cristiano Ronaldo’. Pensavo di sognare“.

Marisa ha svelato che, dopo esser stata colpita dal campione portoghese, diversi giornalisti e emittenti TV di tutto il mondo l’hanno contattata. Ha rivelato anche che molte persone le hanno già chiesto la maglietta:Un negozio di orologi mi ha già offerto di indossare la mia maglietta e fare una foto con i loro gioielli. I miei figli l’hanno già chiesta e non c’è modo che questa maglietta vada a qualcun altro. La indosserò in casa e la metterò in una bella cornice molto chic. È qualcosa di speciale. Mi hanno già offerto 53 mila dollari per averla! Ho detto di no”.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA