Superlega, parla Ibrahimovic: “Vi spiego il loro errore”

Nonostante siano passati diversi mesi dalla sua nascita e dalla sua distruzione, la Superlega tiene ancora banco. I tre club ribelli, Juventus, Real Madrid e Barcellona, continuano a credere nel progetto, attirando critiche da più parti. Basti pensare che solo qualche giorno fa, in occasione della gara di Champions League dei bianconeri contro il Malmo, la stampa svedese ha accolto Andrea Agnelli descrivendolo come “uno dei peggiori traditori del calcio”. La UEFA, dal canto suo, ha perdonato le nove società che si sono tirate indietro e allo stesso tempo continua ad attaccare i “traditori”. Tanti i commenti in questi mesi, tante le polemiche e ora arriva anche il pensiero di Zlatan Ibrahimovic.

Superlega, parla Ibrahimovic: “Vi spiego il loro errore”

Lo svedese è fermo ai box a causa di un leggero infortunio. Il centravanti ha riportato una sofferenza al tendine d’Achille ed è stato costretto a saltare il primo match della nuova stagione di Champions League contro il Liverpool. Il giocatore ha parlato delle sue condizioni durante un evento in un hotel milanese. Evento, durante il quale è stato presentato uno studio sviluppato per validare l’efficacia di “Mind the Gum”, integratore naturale sotto forma di chewing gum di cui lo svedese è socio ma anche testimonial. Lo svedese, però, ha avuto modo anche di affrontare l’argomento Superlega.

Ibrahimovic, infatti, ha spiegato l’errore che secondo lui è stato fatto dai club fondatori: “Quando è arrivato il Covid tanti club hanno pagato, non tornavano i conti con tifosi e sponsor. E i club che hanno sofferto più di tutti, hanno provato ad avere un ritorno economico veloce. Nessuno però ha pensato di chiedere ai giocatori. La prima domanda avrebbe dovuto essere per noi: volete giocare o no? Quindi chi ha inventato la Superlega ha già sbagliato, perché sono io calciatore che poi devo andare in campo”.

Dagli errori dei club, alle sue condizioni e al suo ritorno in campo. Ci sarà Ibra nel big match contro la Juventus? Ancora non lo sa: Per la Juve vediamo, ho un piccolo problema al tendine, ma per il resto va tutto bene. Non voglio rischiare di avere conseguenze, voglio mantenere il fisico per tutto il campionato in modo da esserci sempre. Non giocarne una e poi saltarne altre, come l’anno scorso. Questa volta ascolterò il mio fisico senza pensare di essere Superman. Il mio problema è che lavoro troppo, perché quando soffro mi piace”.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti