Piqué Paperone, azienda in cui ha investito 3 milioni di euro ora vale oltre 3 miliardi

Piqué Paperon de’ Paperoni . Lo scorso anno il giocatore ha investito 3 milioni di euro in una società ai più sconosciuta, entrando a far parte anche del consiglio di amministrazione. Ora quella stessa azienda vale circa 3.600 milioni, oltre 3 miliardi di euro. 

Il Barcellona sta attraversando un momento drammatico sia in campo che a livello societario. Dal punto di vista economico, alcuni senatori della squadra hanno deciso di aiutare il club tagliandosi in modo significativo lo stipendio. Il primo ad andare in questa direzione è stato Gerard Piqué, che non ci ha pensato due volte e ha ridotto fortemente il suo ingaggio. 

Piqué Paperone, azienda in cui ha investito 3 milioni di euro ora vale oltre 3 miliardi

Un gran bel gesto sì, ma non vi preoccupate, il difensore riesce comunque ad arrivare alla fine del mese, anche e soprattutto grazie agli investimenti intelligenti e mirati fatti negli ultimi anni. Mentre la situazione finanziaria del Barcelona, infatti, continua a fare acqua da tutte le parti, Gerard Piqué continua invece con la sua serie di investimenti prolifici al di fuori del mondo del calcio. Tra gli esempi di successo ci sono sicuramente la sua società di produzione “Kosmos”, ma anche l’organizzazione della Coppa Davis.

Alla fine dello scorso anno poi, il catalano ha aggiunto un altro tassello ai suoi affari. Il difensore è approdato nel consiglio di amministrazione di Sorare, una piattaforma in cui gli utenti possono cercare, scambiare e raccogliere figurine virtuali. Il numero 3 del Barca, spiega Mundo Deportivo, è entrato a far parte della società apportando un capitale di tre milioni di euro insieme al fondo Cassius Family (dell’ex vicepresidente di Coca-Cola, Emmanuel Seuge).

Piqué, era così sicuro del suo investimento, che è riuscito a convincere e coinvolgere anche il suo ormai ex compagno di squadra Antoine Griezmann. A quel tempo l’azienda era sconosciuta al grande pubblico e contava solamente 55 mila utenti. Ma da un anno a questa parte, il prezzo delle figurine ha cominciato a salire alle stelle. Una figurina di Mbappé è stata pagata addirittura 50 mila euro. L’azienda è in continua crescita, tanto che il secondo uomo più ricco del Giappone, il direttore della società di telecomunicazioni e Internet SoftBank Masayoshi Son, ha voluto investire recentemente ben 580 milioni di euro.

La società nella quale il difensore ha investito quando nessuno ancora si fidava ha un valore oggi di 3.600 milioni, oltre 3 miliardi di euro. Griezmann, che ha investito in uno dei round di finanziamento, ha ricevuto un totale di 40 milioni di euro. Mica male, dunque, l’idea di Piqué.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti