Crisi benzina in Gran Bretagna, categorie dilettantistiche rinviano partite: si rischia lo stop

La crisi della benzina in Gran Bretagna comincia a provocare i primi problemi anche nel mondo del pallone. Il Regno Unito è nel caos per mancanza di carburante e gli automobilisti, in preda al panico, formano code infinite ai distributori per tentare di fare rifornimento o riempire taniche di scorta. Una crisi scatenata dalla mancanza di camionisti che trasportano carburante, una conseguenza della Brexit e della pandemia. Le scorte del Paese iniziano a scarseggiare e questo sta cominciando a creare i primi disagi anche al mondo del calcio. Le categorie dilettantistiche infatti hanno iniziato a rinviare le partite. 

Crisi benzina in Gran Bretagna, categorie dilettantistiche rischiano lo stop

Il motivo è semplice, giocatori e tifosi non possono viaggiare a causa della crisi del carburante. E l’accaparramento delle scorte andato in scena lo scorso weekend in Gran Bretagna ha solo aggravato la crisi. Alcuni club non possono scendere in campo per le loro partite perché i giocatori non riescono a raggiungere gli stadi.

Tutto questo potrebbe avere un impatto disastroso anche sulla FA Cup perché alcune delle partite del terzo turno di qualificazione potrebbero essere a rischio. La Isthmian League, come riporta il Sun, ha già dato ai suoi club la possibilità di posticipare le partite a causa della crisi dei trasporti e molte società hanno già scelto di rimandare i match.

L’Herne Bay, squadra della contea del Kent, ha posticipato lo scontro a Ramsgate Town, nonostante la città si trovi a soli 22 km di distanza. Un rinvio, spiega il portavoce del club, dovuto proprio alla crisi della benzina: “L’Isthmian League ha offerto ai club l’opportunità di posticipare le partite infrasettimanali a causa della carenza di carburante e delle difficoltà previste nel portare giocatori, funzionari e tifosi alle partite. Il Ramsgate ha accettato questa opzione e ha chiesto di posticipare il nostro appuntamento a causa di difficoltà di viaggio. Questo è fuori dal nostro controllo”.

Ma questo è solo un esempio. Purtroppo molti altri club sono stati costretti a rinviare le partite. I giocatori, ha dichiarato il vicepresidente dell’Urchins Colin McBride, viaggiano in macchina e alcuni sono rimasti senza benzina: “I nostri giocatori, come in molti club, si recano alle partite con le proprie auto. Sabato abbiamo fatto un viaggio andata e ritorno di 170 miglia a Lewes e due dei nostri giocatori non ce l’hanno fatta perché non avevano benzina. Mentre un altro giocatore ha finito la benzina sulla M25 mentre tornava a casa”.

Si prevede già che nelle prossime ore molti altri club della Gran Bretagna posticipino le loro partite. La Premier League e le categorie maggiori, attualmente, non sono state toccate dal problema. Ma le categorie dilettantistiche rischiano lo stop totale. 

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti