Caos nella conferenza post derby, Mourinho sbotta: “Queste regole potete metterle nel c****. Così è tutto una m****!” (VIDEO)

Il primo derby della Capitale perso non è sceso giù a Josè Mourinho che nell’intervista post gara era visibilmente nervoso, principalmente contro il var e l’arbitraggio definiti non all’altezza. Lo Special One ha anche punzecchiato Parolo, ex giocatore laziale ma oggi opinionista Dazn e in sala stampa si è sfogato contro il delegato di serie A.

Mourinho sbotta in conferenza stampa

“La qualità del gioco è stata alta però purtroppo l’arbitro e il Var non sono stati all’altezza di questa partita. L’arbitro ha sbagliato in campo, il Var ha sbagliato fuori”. Queste le parole del tecnico della Roma Josè Mourinho su Dazn dopo la sconfitta nel derby. Il tecnico portoghese se l’è presa con l’arbitraggio colpevole di non aver fischiato un rigore alla Roma nel primo tempo e di non aver espulso Leiva per doppio giallo: “Questo è troppo. Abbiamo preso il gol mentre reclamavamo per un rigore a Zaniolo e poi manca il secondo giallo a Leiva. A Pellegrini è stato dato il rosso, oggi niente in due-tre situazioni simili. Sono con i miei giocatori, siamo stati la squadra migliore in campo. Quando prendi tre gol sbagli sempre qualcosa, ma abbiamo giocato, abbiamo dominato, abbiamo dato tutto e messo la Lazio in grande difficoltà. Abbiamo preso due gol in contropiede e uno aspettando un rigore. Hanno gestito bene gli ultimi minuti perché l’arbitro gliel’ha concesso. E niente, basta così“.

Lo Special One non ha perso l’occasione di punzecchiare Marco Parolo, oggi opinionista Dazn, reo di aver abbracciato Leiva dopo la partita: “Complimenti per la vittoria Marco“, con l’ex centrocampista che ha precisato di essere neutrale nella sua nuova veste di commentatore. Poi Mou ha dato spettacolo in conferenza stampa, per via delle regole anti-covid che non permettono ai giornalisti di entrare in sala stampa. Le domande le avrebbe dovute fare soltanto l’addetto stampa, ma l’allenatore portoghese non l’ha presa bene: “Chi l’ha decisa questa cosa? La Lazio può scegliere per sé. Ha scelto per il suo allenatore, ma io voglio parlare con i giornalisti. Non c’è rispetto per la gente che lavora. Questa regola è una c…ta, io voglio parlare alla stampa e voi non mi lasciate parlare. L’addetto stampa non è un giornalista“. Inutile il tentativo del delegato di serie A di calmarlo (“È la modalità che ha scelto la Lazio, non devi prendertela con me”), l’allenatore giallorosso ha incalzato: “È una modalità del c…, mettitela nel c… questa modalità”. Poi è andato via… il derby non finisce mai…

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti