Retroscena Lazio, Sarri: “Dopo il ko col Bologna un giocatore ha preso la parola nello spogliatoio…”

Brutto stop per la Lazio di Sarri che nel lunch match della domenica in casa del Bologna è stata nettamente battuta dai felsinei per 3-0. Dopo le vittorie convincenti nel derby contro la Roma e nella sfida di Europa League contro la Lokomotiv Mosca i biancocelesti sembravano aver trovato quella continuità di prestazioni e risultati che tanto gli era mancata nell’inizio di stagione. La debacle del Dall’Ara ha riportato tutti con i piedi per terra, e dopo la partita negli spogliatoi c’è stato un acceso confronto tra allenatore e giocatori. Confronto di cui Sarri ha raccontato qualche retroscena.

La Lazio di Sarri schiantata a Bologna

L’entusiasmo successivo alla vittoria nel derby capitolino e a quella convincente in Europa League contro la Lokomotiv Mosca sembra essere già un ricordo sbiadito, almeno stando alla pessima prestazione offerta dalla Lazio sul campo del Bologna. Un 3-0 che non ammette repliche, con i biancocelesti incapaci di rendersi pericolosi e che non sono mai riusciti ad entrare realmente in partita. La disastrosa domenica del Dall’Ara ha fatto infuriare il tecnico Maurizio Sarri, che dopo il match ha avuto un serrato confronto con la squadra, come lui stesso ha dichiarato nelle interviste postpartita.

Parlando con i giocatori – ha raccontato Sarri – uno di loro ha preso la parola e mi ha detto ‘Sono qui da 6 anni e facciamo sempre così, abbiamo un periodo positivo e poi cadiamo in questo tipo di partite’“. Probabile che il giocatore in questione sia Milinkovic-Savic, a Roma dal 2015 e ieri capitano a causa dell’assenza di Ciro Immobile. Il tecnico biancoceleste ha poi aggiunto: “Penso che sia vero quello che è stato detto e non so da cosa derivino questi cali, se da un ambiente o da persone influenti all’interno dello spogliatoio. Certamente non dal pubblico, è stato straordinario“.

La Lazio ha ora due settimane per cancellare la brutta sconfitta subita dal Bologna di Mihajlovic e ripartire di slancio in campionato ed Europa League. Al rientro dalla sosta all’Olimpico arriverà l’Inter dell’ex Simone Inzaghi, un banco di prova importante che misurerà in maniera forse definitiva le reali ambizioni dei biancocelesti.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA