La bizzarra clausola sul centro sportivo dello United, in caso di guerra diventerebbe…un campo di patate

Di clausole bizzarre nei contratti dei calciatori se ne trovano parecchie, ma a quanto sembra non solo in quelli. Il Manchester United infatti ha una particolare clausola nell’accordo per il suo centro sportivo. In particolare, si tratta di una  “clausola di guerra” ed è presente nel contratto del Carrington Training Ground. Assurdo? Non proprio, visto che a rivelarlo è Sir Alex Ferguson.

La bizzarra clausola sul centro sportivo dello United

Il leggendario tecnico Red Devils ha raccontato che il Manchester United, in caso di guerra, è obbligato per legge a trasformare il proprio campo di allenamento in un campo di patate. Sembra una storia comica, ma non è affatto così. 

Quando Ferguson ha assunto la guida del club nel 1986, i Red Devils si allenavano al The Cliff, centro ancora utilizzato dalla società. Tuttavia, Ferguson riteneva che la struttura fosse poca adatta alla squadra per mancanza di privacy. La sede era troppo aperta per la stampa e il pubblico. Così, dal 2000, il centro sportivo principale dello United si è trasferito a Carrington. Nel contratto però sono state inserite delle clausole insolite.

Secondo Ferguson, infatti, se fosse scoppiata la terza guerra mondiale, l’area sarebbe diventata un campo di patate, ma non solo. Nei documenti era previsto anche che il club dovesse fare spazio alle oche canadesi.

Il 79enne ne ha parlato in un’intervista allo United Podcast: “Il Cliff era fantastico quando sono arrivato per la prima volta, ma poi il club è cresciuto. Abbiamo dovuto inserire un’estensione nell’area interna per far vestire i ragazzi perché non avevamo spazio nell’edificio vero e proprio. Così, poi ho iniziato a girovagare per Manchester alla ricerca di un pezzo di terreno su cui costruire un nuovo campo di allenamento. Abbiamo guardato ovunque, in particolare a North Manchester”.

Alla fine il club trova un posto a Carrington, ma con delle restrizioni: “L’ex capo scout e direttore dell’accademia Les Kershaw è venuto da me con il suo amico che ha lavorato per Shell. E ha detto che Shell stava cercando di vendere parte del loro terreno a Carrington, così siamo andati a vedere. La dimensione del terreno che stavamo ottenendo, penso fosse 28 acri o qualcosa del genere, ma c’erano delle restrizioni che oggi non riesco a capire. Parte delle restrizioni era che in caso di guerra dovevamo trasformare il terreno in un campo di patate. E, proprio alla fine, dovevano esserci un acro o due acri per le oche canadesi. C’erano fossati e non potevamo cambiarli perché ci vivevano le arvicole”.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA