Nessuna eccezione al protocollo: il presidente del Brasile Bolsonaro resta fuori dallo stadio

Voleva assistere alla sfida tra Santos e Gremio come un normalissimo tifoso, ma si è dovuto scontrare con il protocollo sanitario della Confederazione calcistica brasiliana da lui stesso approvato. Così il presidente del Brasile Jair Bolsonaro è stato “rimbalzato” all’ingresso dell’Estadio Vila Belmiro. Dimostrazione di serietà da parte delle autorità del paese sudamericano, che non hanno fatto eccezione nemmeno per il loro presidente.

Bolsonaro “rimbalzato” all’ingresso

Il protocollo sanitario anti Covid per l’ingresso all’Estadio Vila Belmiro, casa del Santos, parla molto chiaro: per poter assistere alle partite bisogna aver completato il ciclo vaccinale. Nessuna eccezione. Nemmeno se ti chiami Jair Bolsonaro e sei il presidente del Brasile. Così nella serata di domenica il presidente brasiliano si è visto respinto ai cancelli dell’impianto dove si stava per giocare la sfida tra Santos e Gremio (terminata poi 1-0 e costata la panchina al tecnico degli ospiti Felipe Scolari). Bolsonaro è rimasto di sasso ed ha commentato indignato: “Volevo solo guardare la partita del Santos e mi è stato detto che dovevo essere vaccinato, perché? Ho più anticorpi io di chi ha ricevuto i vaccini“.

Il presidente si riferiva al fatto di aver contratto il Covid lo scorso anno, tempistica che però attualmente non lo rende esente dalle restrizioni. Paladino del complottismo e da sempre contrario ai vaccini e ad ogni forma di regola di distanziamento sociale, Bolsonaro nei giorni scorsi era anche stato multato per non aver indossato la mascherina in un luogo in cui invece il dispositivo di protezione era obbligatorio. Tutto questo in un paese che conta ben 600mila vittime dovute al virus. E pensare che il presidente dovrebbe dare l’esempio…

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA