Osasuna femminile, calciatrice insultata e minacciata

Karolina Sarasua, calciatrice dell’Osasuna B femminile, mette per iscritto gli insulti  sessisti subiti nell’ultima partita e li pubblica sui social. “Sto per violentarti”, “Stupriamo tutta la tua squadra”, “Andiamo negli spogliatoi e ti violento”, queste sono solo alcune delle minacce che Sarasua, attaccante della squadra rojillo, ha dovuto sentire durante la trasferta contro il Nueva Montaña. La 17enne della squadra di Pamplona decide così di annotare su un pezzo di carta ognuna delle gravissime offese verbali che ha sentito durante i 90 minuti e le pubblica sul suo profilo Instagram.

Osasuna femminile, calciatrice insultata e minacciata

Karolina e le sue compagne di squadra hanno sfidato la squadra cantabrica Nueva Montaña a Santander, in Spagna. L’Osasuna B femminile vince per 0-5, ma la trasferta del club navarrese è stata un incubo per le calciatrici. Le ragazze, durante tutto il corso della partita, hanno ricevuto diversi tipi di commenti sessisti e minacce sessuali da cinque giovani. Episodi che tutte le componenti della squadra hanno denunciato, in particolare Karolina Sarasua, la più colpita. 

Osasuna

“Tira su la maglietta per mostrarmi le tette e il culo”, “Facci vedere il tuo perizoma”, sono altri dei commenti che la 17enne ha raccolto in questa triste lista, che è già diventata virale. Il mondo del calcio, soprattutto femminile, ha mostrato subito solidarietà al club. In primis, le giocatrici della prima squadra dell’Osasuna. “Peccato che cose del genere continuino ad accadere senza alcuna conseguenza. Non ho parole”, ha scritto María Blanco, che ha contribuito a rendere pubblici i fatti. “Non abbiamo né dovremmo più tollerare questo tipo di azioni degradanti nei confronti delle donne”, ha twittato il capitano della prima squadra, Mai Garde.

Il verbale della partita, firmato da Lucía Fernández Luna, raccoglie i fatti e indica come colpevoli cinque ragazzi: “Durante lo sviluppo del secondo tempo, ho notato la presenza, fuori dal recinto, di 5 ragazzi dietro il mio assistente numero 2. Si sono rivolti sia alle giocatrici che a me personalmente con commenti offensivi”.

L’Osasuna, nel frattempo, ha condannato gli episodi e ha ringraziato il Nueva Montaña per il sostegno mostrato: “L’Osasuna vuole mostrare il suo rifiuto ai commenti ricevuti da una delle giocatrici dell’Osasuna Femmina B nella partita giocata questo pomeriggio. Allo stesso modo, vuole ringraziare il sostegno di Nueva Montaña per il suo atteggiamento esemplare nei confronti dell’accaduto. Infatti il ​​presidente della S.D. Nueva Montaña, Mateo Sainz, ha sporto denuncia alla polizia nazionale di Santander per insulti e minacce sessuali”.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti