Atletico Madrid, Simeone e il tentativo per Messi: “Ho fatto chiamare Suarez per convincerlo”

Diego Simeone e il sogno Lionel Messi, durato solamente 3 ore. Il tecnico dell’Atletico Madrid ha confessato di aver tentato di portare il campione argentino nella capitale spagnola. Non in prima persona, ma con l’aiuto di un grande amico di Leo, Luis Suarez. El Cholo ha contattato il suo giocatore per chiedergli di capire se ci fosse la possibilità di un trasferimento all’Atletico. Ma il sogno dell’allenatore è durato solamente 3 ore, il PSG era già in agguato. 

Simeone e il tentativo per Messi: “Ho fatto chiamare Suarez”

Lionel Messi, in estate, ha lasciato il Barcellona dopo ben 21 anni. Il club spagnolo non è stato in grado di rinnovare il suo contratto a causa dei regolamenti finanziari della Liga e l’argentino è volato a Parigi. Prima del suo addio definitivo al Barça, però, non c’era solo il club francese a monitorare la crisi tra l’attaccante e i blaugrana. Anche Diego Simeone infatti seguiva con attenzione gli sviluppi, sognando di vedere il 6 volte Pallone d’Oro con la maglia colchoneros. 

Il tecnico ha poi deciso di agire, chiedendo aiuto a un suo giocatore, grande amico della Pulce. Simeone ha contattato infatti Suarez e gli ha chiesto di indagare sulla situazione di Messi. L’uruguaiano doveva capire se ci fosse anche la minima possibilità che Leo potesse andare a Madrid: Non ho chiamato Leo – ha detto El Cholo ai microfoni di Olè – Ma ho chiamato Luis in modo che potesse chiedergli come stava e se c’era una minima possibilità che potesse venire all’Atletico”. 

Il sogno però è durato pochissimo: È stato qualcosa che è durato tre ore, perché il PSG aveva già deciso di ingaggiarlo. Io non ho mai avuto la possibilità di lavorare con lui. Messi è sempre stato al Barça, io all’Atletico e i nostri periodi in Nazionale non sono coincisi. Se nell’occasione abbiamo avuto contatti diretti? No, non ce ne sono stati”.

Simeone ha conquistato la sua seconda Liga come allenatore dell’Atletico la scorsa stagione e sperava forse che la competitività dei colchoneros potesse attirare l’attenzione del campione argentino. Ma così non è stato: “Se mi chiedi dove deve giocare Messi, dirò in una squadra che vuole vincere. In una squadra che sa cosa deve fare per vincere. Non importa in quale posizione gioca, l’importante è che la squadra sia pronta per vincere. L’importante è trovargli una squadra che lo supporti”.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti