Commisso attacca: “Alcune squadre non rispettano le regole, una di queste ha vinto il campionato”

Il presidente della Fiorentina Rocco Commisso è tornato ad attaccare l’Inter. L’imprenditore statunitense, che non è nuovo a provocazioni, ha rilasciato alcune dichiarazioni durante l’evento “Bussines of sport US Summit” promosso e organizzato dal Financial Times. Diversi i temi trattati dal 71enne, dal nuovo stadio a Vlahovic, fino al mancato rispetto delle regole da parte di alcuni club di Serie A, con una frecciata particolare ai nerazzurri. 

Si parte dallo stadio che, precisa il presidente Viola, non sarà costruito da lui. Se ne occuperà il comune e non sarà di proprietà del club: Il nuovo stadio a Firenze sarà costruito, ma non da me. La città sta cercando di trovare le risorse per ristrutturare lo stadio esistente. Lo farà il comune e lo affitterà, almeno per il momento. Lo stadio non sarà di proprietà della Fiorentina e io non ci spenderò soldi”.

Commisso attacca: “Alcune squadre non rispettano le regole”

Si passa poi al caso Vlahovic. L’imprenditore qualche giorno fa, sul sito ufficiale del club, aveva annunciato che il giocatore non avrebbe rinnovato con la Fiorentina. E ora, Commisso si sfoga, criticando il ruolo dei procuratori sportivi e le conseguenze dei loro interessi: Convincono i giocatori a cambiare squadra ogni tre anni. I costi dei trasferimenti e le commissioni ci fanno rischiare di perdere un calciatore a zero. Ne sa qualcosa il Milan con Donnarumma e potrebbe succedere anche alla Fiorentina con Vlahovic. Gli abbiamo dato la possibilità di mettersi in mostra e ha segnato 20 gol. Ora non vuole firmare il rinnovo”. 

Gli intermediari, secondo il presidente, vogliono solo guadagnarci:I contratti non possono essere rinegoziati così presto. Al contrario non ho mai visto un giocatore venire da me e chiedermi meno soldi perché non ha disputato una stagione all’altezza. Poi ci sono gli intermediari che vogliono guadagnarci sia dall’acquisto che dalla cessione di un calciatore”.

A tal proposito, sono intervenuti alcuni membri dell’entourage del serbo. Intervistati da FirenzeViola hanno spiegato che Dusan non firmerà alcun rinnovo con la Fiorentina: “Non abbiamo alcuna intenzione di metterci a negoziare il rinnovo con la Fiorentina, ecco perché non parliamo né con i giornalisti né con la società”. Hanno inoltre rivelato che il presidente, in estate ha rifiutato un’offerta da 60 milioni: “Quest’estate avevamo portato alla Fiorentina un’offerta da 60 milioni più bonus, tra noi e il club acquirente c’era già l’accordo, ma il presidente Commisso non ha voluto sentire ragioni”.

Il presidente Viola, sempre dal ‘Bussines of sport US Summit’, torna infine ad attaccare l’Inter. Commisso parla del mancato rispetto delle regole da parte di alcuni club di Serie A e tira una frecciata ai nerazzurri: “Ogni sei mesi dobbiamo fornire dei dati sul rapporto di liquidità. La Fiorentina lo ha fatto, altri club no. C’erano alcune squadre lontane dal rispettare i requisiti necessari, una di queste ha vinto il campionato e per rettificare il rapporto di liquidità ha dovuto vendere Lukaku e Hakimi. Chi non rispetta le regole dovrebbe pagarne le conseguenze ed essere penalizzato in campionato”.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti