Barça in crisi e Camp Nou in rovina: “Operai vigilano che non salti la corrente durante le partite”

La crisi del Barça investe anche il Camp Nou. Il tempio del calcio di Barcellona versa in pessime condizioni e non c’è più tempo da perdere, ha bisogno di manutenzione. A dichiararlo è il vicepresidente del club, Elena Fort, durante l’Assemblea dei soci. 

I dirigenti blaugrana si sono riuniti la scorsa domenica per decidere se dare il via libera al piano finanziario del progetto Espai Barça, che include modifiche al Camp Nou, al Palau Blaugrana e al Campus Barça. L’assemblea, interrotta per assistere alla partita contro il Valencia, riprenderà sabato 23 ottobre. Ma Elena Fort ha avuto il tempo di chiarire che il Camp Nou è in rovina. 

La vicepresidente del club, come spiega Marca, non ha fatto molti giri di parole per descrivere le pessime condizioni in cui versa la struttura. E, per far comprendere meglio ai soci i problemi dello stadio, ha presentato diversi esempi lasciando attoniti i presenti.

Il Camp Nou è in rovina, parola del vicepresidente del club Elena Fort

La Fort ha fornito un elenco di alcuni problemi della struttura: “Il Camp Nou ha 64 anni. In estate sono stati identificati i problemi più urgenti e la spesa per risolverli e riaprire completamente al pubblico si aggirano intorno ai 2 milioni di euro. Abbiamo accessi obsoleti, con solo 15 ascensori e nessuna scala mobile. Solo il 28 per cento dei posti è coperto, gli accessi di evacuazione non sono molto efficienti, abbiamo una tecnologia obsoleta. Non c’è capacità elettrica”.

La vicepresidente ha fatto poi uno specifico riferimento alla scarsa fornitura di elettricità: “Il ristorante non può avere il forno perché non c’è capienza. I pannelli luminosi sono sorvegliati durante le partite in modo che i cavi non saltino. Ci sono operai che al Camp Nou vigilano continuamente che non salti la luce durante le partite”.

Il Camp Nou ha bisogno di riparazioni continue, ma la Fort non ha nascosto che anche il Palau Blaugrana non rispetta i regolamenti europei. Si tratta del palazzetto accanto allo stadio, che ospita le squadre di basket, pallamano e calcio a 5 del club. La vicepresidente ha svelato che a ogni partita di Eurolega la società paga una multa.

In merito all’Espai Barça e al futuro, il presidente del Barcellona è apparso in un video sui social network per chiedere il supporto dei tifosi: “Se sabato l’Assemblea approverà il finanziamento di Espai Barça, terremo un referendum con tutti i membri e i partner per ratificare la decisione. Continueremo a parlare di Espai Barça. Abbiamo bisogno però del vostro sostegno. I giocatori ne hanno bisogno. Contro il Valencia il pubblico ha applaudito la squadra. Ora accompagniamo i nostri giocatori alla vittoria contro la Dinamo Kiev”.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti