Pedri contento di essere a Barcellona: “Ringrazio il Real Madrid di non avermi acquistato”

Nella scorsa stagione Pedro González López, per tutti Pedri, è balzato agli onori delle cronache per aver disputato 73 partite in un solo anno. Il 18enne, al Barcellona dal giugno 2020, ha trovato subito spazio nella formazione di Koeman e dopo solamente un anno è ormai una stella dei blaugrana, tanto da aver firmato un rinnovo fino al 30 giugno del 2026 con una clausola risolutiva fissata a 1.000 milioni di euro. Il centrocampista delle Canarie è felicissimo di essere al Barça e l’ha confermato alla trasmissione El Larguero di Cadena SER. 

Pedri contento di essere a Barcellona: “Ringrazio il Real Madrid di non avermi acquistato”

Il giocatore ha svelato anche che, prima di arrivare in Catalogna, è passato dal Real Madrid. In casa merengues, però, è stato scartato: Sono stato una settimana in prova al Real Madrid, ma mi hanno detto che non avevo un livello sufficiente. Mi hanno portato in un ufficio e mi hanno detto così. Ma io li ringrazio, perché ora sono nella squadra dove ho sempre desiderato essere“. 

Pedri ha rivisto poi i blancos nel Clasico, quando Koeman ha scelto di schierarlo titolare: “Me lo hanno detto due giorni prima della partita e ho pensato ‘accidenti, qui le cose si fanno serie’”.

Le cose si sono fatte serie, ma Pedri continua a volare basso nonostante abbia già realizzato uno dei suoi sogni, giocare con Messi: “Credo che perdere l’umiltà e smettere di essere se stessi significhi perdersi anche come calciatore. Io ho mio padre e mio fratello che mi danno consigli e mi fanno volare basso. Messi lo vedevo in TV o lo usavo alla Playstation, vederlo nella vita reale fa impressione. Essere in squadra con lui è un premio che la vita mi ha donato”.

Ora Pedri è in attesa di iniziare a lavorare con il nuovo tecnico del Barça, nel frattempo affida a Instagram un messaggio emozionante per salutare e ringraziare Ronald Koeman, il tecnico che l’ha lanciato: “Mi dispiace che le cose non siano andate come volevamo, mister. Le sarò sempre grato per tutto quello che ha fatto per me: per avermi dato fiducia fin dal primo momento e per avermi dato l’opportunità di realizzare il mio sogno nel Barcellona. Le auguro il meglio tanto personalmente quanto professionalmente”. 

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA