Messi e il Barcellona: “Nessuno mi ha mai chiesto di giocare gratis. In futuro potrei tornare”

Lionel Messi rompe il silenzio e parla per la prima volta del suo addio al Barcellona.  Il campione argentino, in un’intervista al quotidiano spagnolo “Sport”, racconta i suoi ultimi giorni da giocatore del Barça, ma anche del suo rapporto col presidente dei blaugrana Joan Laporta e del suo approdo al PSG. Non solo passato e presente, il 6 volte Pallone d’Oro parla anche di futuro, svelando il desiderio di poter tornare al Barcellona. 

Messi e il Barcellona: “Nessuno mi ha mai chiesto di giocare gratis”

Si parte dall’addio ai blaugrana. Il 34enne spiega che il desiderio suo e della sua famiglia era di restare in Catalogna e che ha fatto di tutto per far sì che questo accadesse. Purtroppo, però, non è stato possibile. La Pulce ci tiene inoltre a precisare che nessuno gli ha mai chiesto di giocare gratis per il club: Ho fatto del mio meglio per restare, mai in nessun momento mi è stato chiesto di giocare gratis. Mi è stato chiesto di abbassare il mio stipendio del cinquanta per cento e l’ho fatto senza alcun problema per aiutare il club. Il mio desiderio e quello della mia famiglia era di restare a Barcellona”.

messi
Messi e Laporta

Si passa poi al rapporto con Laporta, ma è doveroso fare un passo indietro. Qualche settimana fa il presidente del Barça, in un intervento a Rac 1, aveva parlato di Messi. Il 59enne ha svelato che sperava che l’argentino rimanesse e che dicesse ai dirigenti che avrebbe giocato gratis. Leo però è andato a Parigi dove, secondo il presidente, c’era un’offerta più allettante: “C’era il desiderio di restare, ma anche la pressione dell’offerta che aveva. Messi sarà ricordato come il miglior giocatore della storia e del Barcellona e vorrei difendere questa idea. Quando è arrivato il momento speravo che dicesse che avrebbe giocato gratis, lo avrei risarcito dopo aver sanato i conti. Però pensare questo rispetto a quanto prende a Parigi…”.

Le parole di Laporta non sono piaciute al campione argentino: “Nessuno mi ha chiesto di giocare gratis ma allo stesso tempo mi sembra che le parole che ha detto il presidente siano fuori luogo. Mi hanno ferito perché penso che non avesse bisogno di dirle. Così facendo ha sollevato dubbi su di me che credo di non meritare. Comunque con lui non ho mai più parlato, il rapporto si è deteriorato”.

Messi e il Barcellona: “In futuro potrei tornare”

Archiviata momentaneamente l’esperienza con il Barcellona, il 6 volte Pallone d’Oro si gode la nuova avventura parigina. La Pulce ha scelto il PSG per due motivi ben precisi: “Da quando sono arrivato mi sento come se conoscessi da tempo lo spogliatoio, perché conosco molti giocatori e ci sono persone che parlano spagnolo, rendendo l’adattamento più rapido. Quando sono venuto qui l’ho fatto per due motivi principali: il primo è perché ha una grande rosa, il secondo perché voglio vincere la Champions League”.

messi
Messi

Passato, presente, ma anche futuro. Messi sembra avere le idee ben chiare. Il 34enne ha rivelato di voler tornare a Barcellona dopo il suo ritiro, ma anche di voler diventare direttore tecnico, magari proprio dei blaugrana: “Ciò che è quasi confermato è che vivremo di nuovo a Barcellona e che la nostra vita sarà lì. È quello che vuole mia moglie e quello che voglio io. Non so se quando scadrà il mio contratto con il PSG ma torneremo a vivere al Barcellona. Ho sempre detto che mi sarebbe piaciuto poter aiutare il club. Mi piacerebbe fare il direttore tecnico prima o poi. Non so se sarà al Barcellona o no. Se c’è la possibilità, vorrei contribuire ancora perché è il club che amo e mi piacerebbe che continuasse a fare bene, che continuasse a crescere e che continuasse ad essere uno dei migliori al mondo”.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti