Francia, Giroud: “Il ritorno di Benzema ha tolto equilibrio alla squadra”

Karim Benzema, dopo anni d’esilio, è tornato a vestire la maglia della nazionale francese. Didier Deschamps ha scelto, infatti, di richiamarlo in occasione degli Europei. La convocazione dell’attaccante del Real Madrid ha sorpreso tutti, non solo i tifosi, ma anche gli stessi giocatori Blues. Olivier Giroud, ad esempio, come milioni di francesi non si aspettava di vedere il nome di Benzema nella lista del CT per Euro 2020. Il giocatore del Milan non ha mai avuto problemi con il centravanti blancos ma, in un’intervista a L’Equipe, ha rivelato che Benzema ha tolto equilibrio alla squadra.

Giroud: “Il ritorno di Benzema ha tolto equilibrio alla squadra”

Il ritorno di Karim poco prima dell’inizio della competizione, secondo Giroud, non  è stata proprio un’ottima idea. L’arrivo del centravanti del Real, infatti, ha creato uno squilibrio tattico: “Il suo ritorno ha creato uno squilibrio tattico a livello di squadra e nel nostro modo di giocare. Lo dico francamente e senza nulla contro Karim. Sono successe molte cose suo malgrado. Lo abbiamo notato in alcune partite. La Francia è riuscita a superare questo problema di adattamento tattico molto tempo dopo. Per fortuna abbiamo saputo correggere, come si è visto alla fine anche nella Nations League, ma ci è voluto tempo”.

francia maglie Benzema
Benzema

Karim, spiega Giroud, ha cambiato inevitabilmente il modo di giocare della Francia: Lui, suo malgrado, ha rapidamente cambiato il nostro modo di giocare che da cinque anni si era affermato con certi profili offensivi. Il cambiamento non si può avere da un giorno all’altro ovviamente, soprattutto in vista di una competizione come l’Europeo. Ci sono affinità e punti di riferimento tattici da trovare. Neanche noi abbiamo lo stesso profilo. Mi sarebbe piaciuto che Deschamps mi avesse avvisato prima di richiamarlo. Però è stata una sua decisione e la posso capire”.

giroud
Giroud – Benzema

Con il ritorno di Benzema, Giroud è rimasto spesso in panchina durante l’Europeo, ma il giocatore se lo aspettava: “Sapevo cosa sarebbe successo davanti a me. Ma anche se lo sapevo, è comunque frustrante”. Ma Giroud, che con 46 gol è il secondo miglior marcatore della storia dei Blues dietro Thierry Henry, non si arrende e crede ancora in un suo futuro con la maglia della nazionale: “Se hanno bisogno, sono sempre lì”.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.