Milan Inter, lite in tribuna vip tra Ghali e Salvini. Il rapper: “Buffone che c*** esulti?” (VIDEO)

Milan Inter è stata una partita tesa tra due squadre che si giocavano il primato in classifica. Ma i nervi più che in campo sono saltati in tribuna vip dove c’è stata una furiosa lite tra il rapper Ghali e il leader della Lega Matteo Salvini. A fare da piacere Paolo Maldini che è intervenuto tra i due.

Milan Inter, lite tra Ghali e Salvini

Prima del match Ghali aveva postato sul suo instagram video di San Siro, evidentemente entusiasta di andare a vedere il derby per tifare rossonero, ma poi evidentemente il clima derby ha infuocato gli animi e al pareggio del Diavolo, per via dell’autogol di de Vrij (ma inizialmente pareva gol di Tomori), Ghali si è alzato in piedi e ha iniziato a inveire contro Salvini gridando: “Buffone, tu che cazzo esulti? Ha segnato un negro. Un negro come me, come tanti e come tanti di quelli che tu fai morire in mare! Vergognati!“. Queste dichiarazioni sono state riportate da Dagospia.

Di tutta risposta la Lega ha rilasciato un comunicato sull’accaduto:Matteo Salvini è stato aggredito verbalmente da Ghali durante il primo tempo di Milan-Inter di ieri sera. Il leader della Lega era in tribuna con il figlio, e subito dopo il gol del pareggio gli si è avvicinato il rapper in evidente stato di agitazione. Ghali ha urlato una serie di insulti e di accuse farneticanti a proposito dell’immigrazione – cercando di filmarsi col cellulare – ed è stato subito allontanato, tra lo sconcerto degli altri spettatori. La società rossonera si è scusata con Salvini, che sul momento non aveva riconosciuto Ghali né aveva compreso i motivi della sua alterazione“.

Sicuramente i motivi che hanno spinto Ghali a inveire contro Salvini non sono di carattere calcistico, essendo entrambi tifosi del Milan. Più che altro divergenze ideologiche e politiche tant’è vero che il rapper gli aveva “dedicato” nel 2015 un freestyle intitolato appunto Salvini, mentre nel 2019 nel brano Vossi Bop in una strofa canta “Alla partita del Milan ero in tribuna con gente / C’era un politico fascista che annusava l’ambiente”. All’epoca il leader del Carroccio rispose ironicamente con un tweet: “Mi insulta ma la sua musica non mi dispiace, è grave???“.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti