Il giallo Hamraoui si infittisce: scagionata la Diallo, spunta la pista passionale

La vicenda che ha visto protagonista la calciatrice del Paris Saint Germain Kheira Hamraoui sta diventando qualcosa più di un giallo. La 31enne è stata aggredita con sprangate alle gambe nella serata di giovedì scorso, e la polizia francese aveva subito arrestato la sua compagna di squadra Aminata Diallo accusandola di essere la mandante del pestaggio. Quest’ultima è stata però scagionata, e adesso gli inquirenti seguono un’altra pista che rende ancora più fitto il mistero di una storia veramente ingarbugliata.

Il giallo Hamraoui si infittisce

Colpo di scena nella vicenda relativa all’aggressione subita dalla giocatrice del Paris Saint Germain Kheira Hamraoui. Lo scorso 4 Novembre la 31enne era a bordo di un’auto in compagnia di due altre giocatrici del Psg, quando all’improvviso è stata aggredita da due uomini incappucciati che dopo aver bloccato la macchina hanno fatto uscire la giocatrice colpendola alle gambe con delle spranghe di ferro. Le successive indagini hanno portato all’arresto della sua compagna di squadra Aminata Diallo, considerata, a causa di un’eccessiva rivalità sportiva, la mandante del pestaggio. La Diallo sabato è stata però scagionata, con la polizia francese che pare ora segua una pista legata alla sfera privata della Hamraoui.

La svolta nelle indagini è arrivata nella giornata di sabato, con la polizia francese che ha scagionato la Diallo, la quale si era sempre dichiarata innocente. Pare infatti che gli inquirenti seguano ora la pista sentimentale. Come riporta RMC Sport, secondo una fonte giudiziaria gli aggressori al momento del pestaggio avrebbero urlato alla Hamraoui: “Allora... Andiamo a letto con gli uomini sposati?“. Il mistero si infittisce e si prevedono ulteriori colpi di scena. La domanda però è lecita: cosa avrà fatto di così terribile la 31enne del Psg per ricevere un trattamento del genere?

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.