Superlega, anche il Parlamento Europeo contrario: “No alle competizioni separatiste”

La Superlega bocciata anche dal Parlamento Europeo. Il massimo organo dell’Unione Europea ha approvato nelle scorse ore la relazione sulla politica sportiva, che contiene anche un chiaro messaggio contro la competizione promossa la scorsa primavera da 12 big club europei. A mostrare le linee guida del documento, l’eurodeputato del Ppe, ed ex calciatore polacco Tomasz Frankowski

Superlega, anche il Parlamento Europeo contrario

La risoluzione è stata approvata dalla stragrande maggioranza dei membri del Parlamento Europeo provenienti dai 27 stati membri dell’Unione: 597 favorevoli, 36 contrari e 55 astenuti. Il Rapporto Frankowski “include raccomandazioni specifiche e attuabili in importanti aree come good governance, solidarietà, parità di genere, diversità e diritti fondamentali, integrità, calcio di base, sostenibilità, salute e benessere” e si oppone quindi con forza “alle competizioni che ledono tali principi  e mettono in pericolo la stabilità dell’ecosistema sportivo in generale”. A specificarlo, il punto 13 della relazione che sottolinea anche “che tutte le parti interessate dello sport e le autorità nazionali devono promuovere tali principi”.

superlega come sarà
Superlega

Nel documento, anche un chiaro riferimento alla Superlega, una minaccia per lo sport europeo: “Nell’ultimo decennio non sono stati fatti sostanziali progressi nella formulazione di un modello. In particolare, il dibattito è stato ostacolato da considerazioni semantiche riguardanti la sua denominazione, piuttosto che concentrarsi sull’essenza delle caratteristiche rilevanti del modello, cosa significano e come promuoverle al meglio. Mentre questa confusione e inazione persistono, le forze che minacciano la dimensione europea dello sport e cercano di minarne le caratteristiche approfittando della situazione. La Super League europea è stata un chiaro esempio di questo tipo di azione”.

superlega
Tomasz Frankowski

Fortunatamente, si sottolinea, il progetto è fallito. Bisogna però continuare a proteggere lo sport del continente:Per il momento, e fortunatamente, è fallita a causa di forti opposizione alla sua realizzazione. Inoltre, tutte le istituzioni e le parti interessate devono essere disponibili a riconoscere e proteggere ciò che rende lo sport europeo così divertente, popolare e di successo, pur mantenendo le sue funzioni sociali. Queste caratteristiche includono il merito sportivo, l’apertura alla competizione, l’equilibrio competitivo e la solidarietà”.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti