Greta Beccaglia rivela: “Quel tizio non è stato l’unico a molestarmi, la situazione è degenerata dopo”. Intanto il tifoso esce allo scoperto: “Ti prego non denunciarmi”

Quello che è accaduto a Greta Beccaglia fuori dallo stadio Castellani, ha fatto rabbrividire tutta Italia. La giornalista di Toscana TV ha raccontato a Quotidiano.net cos’è accaduto, anche dopo, a telecamere spente, quando altri tifosi l’hanno molestata. Intanto il tifoso del video è stato identificato dalla polizia empolese e sui social ha chiesto scusa alla giornalista implorandola di non denunciarlo.

Greta Beccaglia molestata in diretta tv

Nella giornata dedicata alla lotta alla violenza sulle donne, il post Empoli Fiorentina è stato contraddistinto da un episodio deplorevole in cui la giornalista Greta Beccaglia ha subito una molestia in diretta tv. “Durante il collegamento a fine partita di solito mi fermo a intervistare i tifosi, a un certo punto uno da dietro prima si porta la mano alla bocca e sputa, poi mi palpeggia il sedere e scappa. Cerco di restare calma e gli dico che ‘questo non si può fare. Questo il racconto di Greta, che ha poi continuato: “Poi avvicino un ragazzino che dice cose irripetibili sugli empolesi. Un incubo”.

La giornalista di Toscana TV Greta Beccaglia molestata in diretta tv dopo Empoli Fiorentina

La ragazza evidentemente scossa, non ha avuto nessun supporto dal conduttore in studio che anzi l’ha esortata a continuare l’intervista: “Mi sono sentita sola, stimo molto Giorgio e credo che da studio non abbia capito subito che cose era successo”. Poi però il racconto diventa ancora più agghiacciante: “Durante un’altra intervista, uno dei tifosi mi ripeteva ‘sei bellissima’ con gli occhi spiritati, altri più lontani mi urlavano frasi irripetibili. A telecamere spente, un tizio incappucciato si è scagliato contro di me tentando due volte di palpeggiarmi nelle parti intime. Lo ha scacciato il cameraman”.

Tifoso identificato dalla polizia chiede scusa a Greta Beccaglia: “Non mi denunciare!”

L’inviata chiude il discorso: “Sono cose che non dovrebbero mai succedere. Ero a lavorare, pretendo rispetto come giornalista e come donna. E mi domando: stavolta è successo davanti alla telecamere. Denuncerò quell’uomo. Resto convinta di quello che faccio e vado avanti. Dirò di più: meglio sia toccata a me una cosa simile, ho abbastanza personalità per sopportarla, che a una collega più giovane e inesperta“.

Intanto la polizia di Empoli ha identificato l’uomo che sui social ha chiesto a Greta di non agire legalmente: “Ti chiedo umilmente scusa in pubblico per averti molestato in quella maniera. Per favore ritira la denuncia, come vedi ci ho messo la faccia”. Ma l’inviata di Toscana Tv ha già annunciato che non ha nessuna intenzione di tirarsi indietro e che procederà per via legali.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.