“Dogs are better at home”: l’adorabile iniziativa dello Zenit San Pietroburgo

Si chiama “Dogs are better at home”, ed è la bellissima iniziativa lanciata dallo Zenit San Pietroburgo per far adottare i cani rinchiusi nei canili della città. In occasione della sfida disputata venerdì contro l’FC Rostov, l’undici titolare del club russo sono entrati in campo portando in braccio svariati cuccioli in cerca di una casa. Un progetto che ha decisamente scaldato i cuori di tutti i presenti alla Gazprom Arena.

L’iniziativa dello Zenit

Lo scorso 30 Novembre è stata celebrata la Giornata Mondiale degli animali domestici. E quale miglior modo di festeggiarla se non cercando di trovare casa ad alcuni cuccioli rinchiusi tristemente nei canili o addirittura dispersi per le strade russe? Per questo l’iniziativa lanciata dallo Zenit San Pietroburgo in collaborazione con la Russian Kynological Foundation, è stata accolta con grande entusiasmo sia dai tifosi presenti allo stadio che dall’opinione pubblica del paese. I giocatori del club sono entrati in campo ognuno con in braccio un cagnolino. Un modo per sensibilizzare gli spettatori ed esortarli ad adottare e accogliere in casa un cucciolo.

Il video della squadra che esce accompagnata dai cani ha già ottenuto milioni di visualizzazioni su Twitter meno di 24 ore dopo essere stato pubblicato. Ringraziando i followers per il loro commovente supporto, lo Zenit ha scritto: “Ora troviamo una casa per questi bravi cuccioli. Lo scopo del progetto è evidenziare al pubblico la responsabilità e la cura necessarie quando si ha un animale domestico e aiutare a raccogliere fondi per i rifugi per cani locali“. Un’iniziativa lodevole, soprattutto in vista del rigido inverno russo. Con la speranza che almeno una parte dei teneri quadrupedi possa trovare finalmente una casa.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.