Sarri difende Milinkovic: “Ecco cos’ha detto all’arbitro”

Dopo il rocambolesco pareggio casalingo contro l’Udinese, la Lazio di Maurizio Sarri torna a vincere e lo fa sul campo della Sampdoria per 1-3 in una partita dai due volti: primo tempo tutto a tinte biancocelesti, avanti 0-3 all’intervallo grazie alle reti di Milinkovic-Savic e alla doppietta del solito Immobile; seconda frazione di marca blucerchiata, complice anche l’espulsione dello stesso centrocampista serbo. E proprio sul cartellino rosso sventolato dall’arbitro Fabbri nei confronti del suo numero 21, il tecnico toscano ha avuto qualcosa da ridire al termine del match.

Sarri difende Milinkovic

È il minuto 67 della sfida di Marassi, con la Lazio sopra di tre goal ed apparentemente in controllo del match. Una ripartenza biancoceleste con Milinkovic-Savic viene fermata in maniera vistosa da Adrien Silva con una trattenuta, ma l’arbitro Fabbri decide di non fischiare e fa proseguire l’azione scatenando l’ira del serbo, che prima commette un fallo di frustrazione, ricevendo un ammonizione, poi continua a protestare in maniera vistosa con il direttore di gara che gli mostra il secondo giallo ed il conseguente rosso. Tutto nel giro di 30 secondi. Un espulsione che ha rischiato di compromettere una partita fino a quel momento dominata dalla Lazio. Sarri ha spiegato cosa è realmente accaduto.

Sarri difende Milinkovic

L’espulsione di Milinkovic-Savic? Se volete posso dirvi anche quello che ha detto all’arbitro – ha svelato Sarri – ha detto ‘Nell’azione prima non hai visto un caz..‘. Mi sembra una situazione di facile gestione che un arbitro esperto come Fabbri avrebbe potuto gestire diversamente l’episodio. Milinkovic è stato sicuramente ingenuo e Fabbri un po’ precipitoso. Ha perso la pazienza Sergej e l’ha persa anche l’arbitro“.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA