Arresto Ferrero, le intercettazioni: “Cerca di prendere soldi dalla Samp”

Spuntano le prime intercettazioni dopo il clamoroso arresto del patron della Sampdoria Massimo Ferrero per bancarotta. Il quotidiano genovese Il Secolo XIX ha pubblicato alcuni stralci di conversazioni intercorse tra Gianluca Vidal, commercialista e uomo di fiducia dell’imprenditore romano, e Andrea Diamanti, braccio destro del “Viperetta”. Vidal si dichiara molto stupito per alcune operazioni finanziarie messe in piedi dallo stesso Ferrero.

Arresto Ferrero: le intercettazioni

Argomento della telefonata il fallimento delle società Blue Cinematografica, Maestrale, Emmelle e Blu Line. “Adesso ho capito perché sta cercando di prendere i soldi dalla Sampdoria!, dice Vidal a Diamanti. “Massimo ha duecento milioni di euro di debiti“. Debiti che però non fermano Ferrero dal voler acquistare un lussuoso appartamento a Roma: “Quando mi ha parlato di questo progetto gli ho detto ‘Massimo mi fai quasi ridereSei pieno di debiti… Non sai come ne uscirai e pensi a comprare?‘”.

Ferrero arbitri
Arresto Ferrero

La risposta di Diamanti non tarda ad arrivare: “È stata fatta talmente tanta m… dentro queste società che è veramente preoccupante come sono state gestite. Perché Massimo è un eccezionale commerciale, ma anche il peggior nemico di sé stesso. Lui dice di non essere avido, ma in realtà vuole sempre di più… Il tema è che se gli dici che stai chiudendo la vendita di una società a ottanta – prosegue Diamanti – lui ne vuole cento. Se gli dici cento, ne chiede centoventi. Mi sembra di lavorare per uno limitato. Lui mi dice ‘Io voglio prendere più di questo’, io gli dico ‘Massimo ma sei fallito!‘”.

Ferrero arrestato
Arresto Ferrero

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA