La protesta dei tifosi dell’Everton è un flop: solo un centinaio partecipa

I tifosi dell’Everton sono ai ferri corti con la proprietà, e avevano organizzato una protesta di massa durante la sfida giocata lunedì sera a Goodison Park contro l’Arsenal: al minuto 27 tutti i fan avrebbero dovuto alzarsi dai propri seggiolini e lasciare lo stadio in segno di dissenso contro il caos che regna all’interno del club di Liverpool. La protesta si è però rivelata un flop, e i Toffees hanno anche vinto in rimonta la sfida contro i Gunners per 2-1.

Tifosi dell’Everton in protesta

I tifosi arrabbiati dell’Everton non hanno preso parte al previsto “sciopero di massa” organizzato durante la partita di lunedì contro l’Arsenal a Goodison Park. Solo un centinaio di fan infatti ha lasciato brevemente il proprio posto al minuto 27 della sfida, mentre altri hanno sollevato striscioni per protestare contro il proprietario Farhad Moshiri. La maggioranza però è rimasta al proprio posto per mostrare il proprio sostegno ai Toffees. Il tifo organizzato aveva indetto lo “sciopero” dopo gli ultimi sviluppi che hanno visto Marcel Brands, direttore sportivo del club, allontanato con effetto immediato dopo i recenti, pessimi risultati.

La scelta del minuto 27 come minuto di inizio della protesta aveva ovviamente un motivo ben preciso: il prossimo Maggio saranno infatti passati 27 anni dall’ultimo trofeo sollevato dall’Everton, la FA Cup del 1995. I tifosi non hanno appoggiato la decisione di allontanare Brands, da sempre contrario all’ingaggio di Rafa Benitez, e si sono apertamente schierati contro il proprietario Moshiri. La scarsa adesione allo “sciopero” però, è un chiaro indicatore della poca compattezza della tifoseria. La vittoria contro l’Arsenal sembra aver per il momento calmato le acque. Quanto durerà?

Tifosi dell’Everton

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA