Vinicius Jr “bullizza” Correa con una finta di corpo da urlo. L’argentino vola a terra (VIDEO)

Il Real Madrid ha vinto di prepotenza il derby con l’Atlètico giocato domenica al Santiago Bernabeu. 2-0 il risultato in favore delle Merengues in virtù delle reti di Benzema ed Asensio. I due marcatori devono ringraziare Vinicius Jr, autore di entrambi gli assist e di giocate mirabolanti per tutto il corso dell’attesa sfida. Una in particolare ha mandato in visibilio i tifosi del club allenato da Ancelotti. Pare che il “povero” Angel Correa stia ancora cercando il pallone…

Vinicius Jr show

Vinicius Jr sta diventando sempre più protagonista nel Real Madrid targato Ancelotti. Arrivato nella capitale spagnola tre anni fa appena diciottenne, il brasiliano dopo un periodo di ambientamento sta crescendo esponenzialmente partita dopo partita. In questa stagione è già arrivato a quota 12 reti e ben 9 assist, di cui due serviti domenica a Benzema ed Asensio nel 2-0 con cui le Merengues hanno battuto i rivali cittadini dell’Atlètico. La tecnica del 21enne attaccante è fuori dal comune e lui stesso ama deliziare i suoi tifosi con veri e propri giochi di prestigio. Come quello con cui ha fatto letteralmente volare Angel Correa durante il derby di Madrid.

Vinicius ha ricevuto palla sulla sinistra e si è girato verso la fascia. Poi la magia, con il brasiliano che ha finto di andare avanti prima di girarsi rapidamente nella direzione opposta: una semplice (all’apparenza) finta di corpo per far perdere l’equilibrio al malcapitato Correa e farlo finire impietosamente a terra. Alla spicciolata sono arrivati i commenti di molti tifosi sui social. Tra chi si è chiesto se Correa si fosse ripreso e chi invece ha sentenziato che una giocata del genere dovrebbe essere resa illegale, tantissimi hanno elogiato il numero del 21enne. E chissà se effettivamente il trequartista argentino dell’Atlètico abbia poi trovato il pallone…

Ecco il VIDEO della giocata di Vinicius:

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA