Emergenza Covid Tottenham, Conte costretto a utilizzare manichini in allenamento

Antonio Conte costretto a cambiare gli allenamenti. Il Tottenham si prepara ad affrontare il lanciatissimo Liverpool, secondo in classifica e macchina da gol. Una sfida difficile, resa ancora più complicata dalla crisi Covid. Gli Spurs erano a corto di giocatori a causa del coronavirus e il tecnico italiano ha dovuto affrontare sedute con 10/12 giocatori. L’ex Inter, quindi, ha modificato gli allenamenti. Conte infatti ha utilizzato dei manichini al posto degli atleti.

Emergenza Covid Tottenham, Conte costretto a utilizzare manichini in allenamento

Le 13 positività al Covid registrate nel gruppo squadra degli Spurs hanno costretto al rinvio di tre gare. La formazione di Antonio Conte non è scesa in campo contro il Rennes per il match di Conference League ma anche in Premier League non è andata meglio. Le partite di campionato contro il Brighton e il Leicester, infatti, sono state annullate. Ora finalmente il club del nord di Londra torna in campo, ma la preparazione al match contro il Liverpool è stata abbastanza complicata.

A confermarlo è lo stesso allenatore Spurs. Conte, in alcune sedute di allenamento, è stato costretto a utilizzare dei manichini: “Per tre giorni non abbiamo fatto una sessione di allenamento e poi abbiamo lavorato con solo 10, 12 giocatori. Anche l’Under 23 aveva il Covid. Il morale era molto giù. Per provare qualcosa tatticamente, se vuoi giocare una formazione, occorrono 20 giocatori e non è stato semplice farlo. Ho dovuto allenarmi con i manichini. Non è stato facile, non è la stessa cosa. Ora stiamo facendo allenamenti intensi ma, di sicuro, non è stato facile affrontare questa situazione e allenare i giocatori. Avere 12 giocatori è stato molto difficile”.

Antonio Conte

Al momento solo due giocatori Spurs sono ancora indisponibili per Covid ma, secondo il tecnico, sarà comunque difficile per i suoi uomini. Conte però assicura che il club farà ciò che stabilirà la Premier. Se dovranno giocare, giocheranno: Siamo pronti a fare e seguire ciò che decide la Premier League. Ci sono regole e dobbiamo seguirle e rispettarle. Sicuramente la situazione non è semplice per tutte le squadre. Siamo pronti a giocare. È stato lo stesso contro il Leicester, lo stesso contro il Rennes, lo stesso in ogni partita”.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA