Juric spiega senza fronzoli il suo addio al Verona: “Sono stato str**** col presidente”

A margine della sofferta ed importantissima vittoria casalinga del suo Torino contro l’Hellas Verona, il tecnico granata Ivan Juric è tornato sui motivi che in estate lo hanno portato ad abbandonare proprio la panchina degli scaligeri. E lo ha fatto, come suo solito, senza alcun tipo di filtro…

Juric e l’addio all’Hellas

Grazie ad un goal di Pobega a metà del primo tempo il Torino ha battuto di misura l’Hellas Verona trovando la seconda vittoria consecutiva ed issandosi a 25 punti in classifica. Durante la conferenza stampa postpartita un soddisfatto Ivan Juric, dopo aver commentato la sfida dell’Olimpico non ha potuto esimersi dal rispondere ad alcune domande inerenti il suo addio agli scaligeri avvenuto la scorsa estate: “Perché ho lasciato il Verona? Si sono accumulate un po’ di cose. Sono rinato e ho comprato casa, sono sincero: sono stato stronzo con il presidente“, ha detto senza troppi giri di parole.

Juric contro Cairo nella conferenza prima di Torino Bologna

Non è stata una cosa bella da parte mia – ha continuato il tecnico croato – Setti mi offriva più soldi di Cairo e ho perso soldi per venire qua. Il presidente del Verona ha sofferto tanto nell’ultimo anno e non mi sono comportato bene“. Con tutta la sincerità che lo ha sempre contraddistinto, Juric ha poi spiegato che era per lui arrivato il momento di cambiare: “Sentivo dentro che dovevo andare via, questa è la ragione più grande. Qui è una sfida bellissima con tante difficoltà, bisogna battagliare e me la sono presa con grande gusto. Ma l’Hellas mi ha dato davvero tanto e sono contento di averlo lasciato a un amico e un bravo allenatore come Tudor“, ha concluso. Certo però è stato veramente uno stronzo…

juric giornalista Sky

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA