Alaba e le abitudini spagnole: “Spesso mi ritrovavo a cenare da solo al ristorante”

David Alaba parla dei suoi primi mesi a Madrid e svela di aver avuto qualche problema di adattamento. No, non con la sua nuova squadra, ma con il ritmo di vita spagnolo. Uno shock culturale che ha saputo però pian piano superare.

Alaba e le abitudini spagnole: “Spesso mi ritrovavo a cenare da solo al ristorante”

L’austriaco, da quando è entrato a far parte delle merengues in estate, è diventato ben presto fondamentale nella formazione di Carlo Ancelotti. Il suo rapido adattamento al calcio spagnolo ha fortemente contribuito ai successi del Real e il 29enne va avanti con le sue prestazioni straordinarie. Ma fuori dal campo è stato più difficile e impegnativo adattarsi.

L’austriaco è arrivato in estate dal Bayern Monaco e inizialmente è rimasto abbastanza sconvolto dai ritmi spagnoli: “Sicuramente il cambio più netto che ho notato sono i tempi – ha detto Alaba in un’intervista a SZ – Soprattutto in estate, la vita si ferma completamente il pomeriggio. Quando ero qui all’inizio e volevo cenare, arrivavo al ristorante alle 20 e spesso ero da solo. Quando io finivo e andavo via, arrivavano i primi clienti“.

alaba
Alaba

Uno shock culturale che colpisce molti giocatori quando si trasferiscono per la prima volta in Spagna. I ritmi della vita di Madrid hanno creato qualche problema al giocatore, la lingua spagnola invece un po’ meno: È estremamente importante parlare spagnolo e ricordo ancora al Bayern l’importanza che veniva attribuita al tedesco per l’integrazione nel club. I fisioterapisti del Bayern mi hanno sempre incoraggiato a parlare con i giocatori stranieri in tedesco in modo che potessero integrarsi il più rapidamente possibile. Carlo Ancelotti parla uno spagnolo perfetto,  ma anche a Monaco lo capivano bene. Tutti poi parlavano un ottimo inglese”.

Alaba
Alaba

L’austriaco si è soffermato infine sul tecnico italiano, ma ha anche elogiato il suo nuovo club: “È una persona di prim’ordine e porta un’esperienza incredibile. Ama il suo lavoro e cerca di continuare a farci crescere come giocatori. Il Real Madrid rappresenta il successo in generale. Lo noti nel lavoro quotidiano con il team e tutti i dipendenti. Il Real Madrid è uno dei club che investe tutto per essere al top e questo si vede soprattutto in Champions League. Credo che l’atteggiamento del Real Madrid nei confronti di questa competizione non cambierà mai”.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA