Bordalas attacca: “Barça è super indebitato ma ha Ferran e vuole Morata e Haaland, com’è possibile?”

Per il tecnico del Valencia Pepe Bordalas qualcosa non torna. Il 57enne mette in dubbio il funzionamento della politica del Fair Play della Liga a causa del Barcellona. L’ex attaccante, infatti, attacca il club catalano e si chiede come faccia a fare o pensare affari onerosi, nonostante il super debito che grava sulle loro casse.

La sessione di mercato invernale è appena iniziata e il Barça ha già concluso il suo primo accordo. Ferran Torres ha lasciato il Manchester City e ha raggiunto il Camp Nou per 55 milioni di euro più 10 di bonus eventuali. Lo spagnolo non è ancora stato registrato dal club a causa del raggiungimento del tetto salariale della Liga, ma Torres è ufficialmente un nuovo giocatore blaugrana. Laporta può quindi dedicarsi a nuovi affari e ha già in mente i prossimi obiettivi. Il presidente catalano, infatti, vorrebbe portare a Barcellona Alvaro Morata e Erling Haaland. 

Bordalas attacca: “Barça è super indebitato ma ha Ferran e vuole Morata e Haaland”

Nel frattempo, sempre in Liga, il Valencia ha le mani legate. La società non può fare alcun affare a causa della sua situazione finanziaria e probabilmente dovrà vendere qualche giocatore. Il Valencia è in piena crisi finanziaria, così come il Barça. Ma perché i blaugrana, nonostante siano indebitati, continuano a fare acquisti e a pensare a nuove opportunità?

Ferran Torres

È la domanda che si fanno nei pressi dell’Estadio de Mestalla. A mettere in dubbio il funzionamento della politica del Fair Play della Liga è in primis il tecnico del Valencia, Pepe Bordalas. Il 57enne ne ha parlato nella sua ultima conferenza stampa: Il Barça ha un debito di 300 milioni e ha firmato un accordo con Ferran Torres. Se non ho letto male, l’operazione è costata 55 milioni. E sembra anche che stiano per acquistare Morata. E il loro presidente continua ad annunciare prossimo acquisti, compreso Haaland. Mi chiedo come sia possibile, dove sia finito il concetto di Fair Play Finanziario”.

Haaland

Il Barça è riuscito a chiudere un accordo con Torres grazie ai grandi prestiti che ha contratto negli ultimi mesi. In termini di Fair Play, questo è ancora un reddito utilizzabile e, grazie alle entrate, al club vengono sempre concessi tali prestiti. Il Valencia, nonostante sia un club molto grande, difficilmente può avere lo stesso margine di manovra. La Liga, comunque, ha drasticamente ridotto il tetto salariale del Barça in questa stagione a causa delle spese eccessive e della riduzione dei profitti, ed è per questo che i blaugrana non possono registrare il nuovo acquisto Torres. Lo spagnolo potrà essere registrato se ci sarà un’altra riduzione drastica dei salari o a fronte di importanti partenze.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.