L’ex Inter Taider caduto in disgrazia: “Non ho i soldi manco per pagare l’affitto”

Saphir Taider era arrivato in Italia nell’estate del 2011, dove si era messo in luce con la maglia del Bologna tanto da attirare l’attenzione dell’Inter che nel 2013 aveva acquistato metà del cartellino. In nerazzurro non aveva convinto appieno e il club del biscione l’aveva mandato in prestito in diversi club prima di tornare in Emilia nel 2015. Tre stagioni buone in rossoblu, fino a quando l’algerino non aveva scelto di seguire la via dell’oro andando prima in Canada e poi nel 2020 in Arabia Saudita nell’Al-Ain Saudi. Una scelta che però si è rivelata nefasta e che l’ha mandato sul lastrico.

Taider caduto in disgrazia

“I membri del consiglio di amministrazione dell’Al-Ain hanno contattato mio fratello e abbiamo concordato il trasferimento firmando il contratto il 16 ottobre 2020. Ho ricevuto il pagamento per soli due mesi, novembre e dicembre”, racconta Taider a GOAL.com.

“Non ricevo il mio stipendio da gennaio 2021. Nel marzo 2021 ho contattato il presidente dell’Al-Ain, Mazen Al Zahrrani, e mi ha promesso che avrei ricevuto gli stipendi, in ritardo. Ho aspettato fino al 21 agosto 2021 e poi ho rescisso il mio contratto, citando in giudizio il club davanti alla FIFA e ho vinto. Ora l’Al-Ain mi deve 6 milioni di euro. Il mio problema in questo momento è che sono svincolato e posso firmare con qualsiasi altro club: ho perso tutto e non posso pagare l’affitto o le tasse scolastiche dei miei figli. Ho provato a contattare il presidente dell’Al-Ain molte volte per ricevere i miei soldi, ma non ha mai risposto”. Tanti i messaggi di solidarietà sui social, tra cui quello del connazionale Riyad Mahrez.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA