Sarri e il caos Covid: “Basta, ci vuole chiarezza! Ci dicano se è pericoloso o meno”

Pomeriggio molto divertente sul prato dell’Olimpico dove la Lazio e l’Empoli hanno impattato sul 3-3 al termine di una partita ricca di colpi di scena. I biancocelesti hanno pagato una pessima giornata difensiva e nonostante le tante occasioni create non sono riusciti a portare a casa 3 punti importantissimi nella corsa all’Europa che conta. Al termine della sfida, oltre ad analizzare quanto accaduto in campo, il tecnico Maurizio Sarri si è focalizzato sul caos creatosi negli ultimi giorni intorno alla questione Covid, con partite rinviate e ASL che hanno bloccato le squadre mentre Lega ordinava di giocare. L’allenatore toscano pretende chiarezza.

Sarri e il caos Covid

Dopo il rocambolesco pareggio della Lazio contro l’Empoli, il tecnico biancoceleste Maurizio Sarri ha analizzato la partita in conferenza stampa. Deluso per il risultato ma soddisfatto per il secondo tempo dei suoi, l’allenatore toscano si è poi soffermato sull’argomento che sta tenendo banco in questi giorni, quello relativo alla questione Covid: “Se il Covid è una malattia pericolosa bisogna fermarsi. Se il Covid è considerato un’influenza, chi non ha la febbre gioca. Va fatta una scelta“, ha dichiarato senza usare troppi giri di parole.

Sarri e il caos Covid

Siamo rimasti a metà strada per mandare avanti la baracca – ha continuato il tecnico biancoceleste – siamo in mano alle Asl con decisioni diverse da una regione all’altra. Ci devono dire se è pericolosa o no questa malattia. Se lo è si fa lockdown e si ferma il calcio sennò si declassa a semplice influenza. Siamo in mano alle decisione di venti regioni e quello che è un focolaio per uno non lo è per l’altro”, ha concluso.” Se la decisione arriva dalle Asl è dura fare un protocollo“.

Sarri e il caos Covid

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA