Brentford-Wolves sospesa per venti minuti. Colpa di un drone…

Ci sono svariati motivi per i quali un match di calcio può essere sospeso. Fenomeni metereologici avversi, problemi tecnici di vario genere, infortuni gravi a qualche giocatore in campo, intemperanze dei tifosi e tante altre circostanze possono spingere l’arbitro a fermare il gioco, a volte anche in maniera definitiva. Ma quanto accaduto sabato pomeriggio nella sfida di Premier League Brentford-Wolves rappresenta con ogni probabilità una prima assoluta. La partita è infatti stata interrotta per quasi venti minuti a causa di un drone non autorizzato che sorvolava il Brentford Community Stadium di Londra.

Brentford-Wolves interrotta…per drone

La partita Brentford-Wolves, giocata sabato pomeriggio, è stata interrotta per ben 18 minuti a causa di un drone non autorizzato che volava sopra il Brentford Community Stadium. Era il minuto 33 della sfida, quando i giocatori e l’arbitro hanno notato il piccolo velivolo telecomandato che volteggiava sopra le loro teste. Le regole della Premier League stabiliscono infatti che quando qualsiasi drone senza autorizzazione vola dentro e sopra uno stadio durante una partita i giocatori devono lasciare il campo per motivi di sicurezza.

Gli addetti alla sicurezza temono che la presenza di un drone che volteggia sopra uno stadio possa rappresentare una minaccia di tipo terroristico o un tentativo di trasmettere illegalmente le immagini del match. Dopo più di un quarto d’ora, i giocatori sono tornati in campo e hanno ricominciato le operazioni di riscaldamento prima di riprendere il match con 19 minuti di recupero. Al momento non si sa a chi appartenga il velivolo e da dove provenga. Di sicuro l’episodio rappresenta qualcosa di mai visto in un campo di calcio prima d’ora. Forse ora gli appassionati possono dire realmente di averle viste proprio tutte…

Brentford-Wolves

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA