Coppa d’Olanda, ‘pasillo’ d’onore per Plank: è in cura per un tumore ma torna in campo (VIDEO)

Momento commovente in Coppa d’Olanda. Il 20enne Devin Plank, in cura per un tumore al perone, torna in campo nel match contro l’Ajax e riceve la guardia d’onore dai giocatori di entrambe le squadre. I Lancieri sono passati ai quarti di finale della KNVB Cup con una vittoria per 9-0 sull’Excelsior Maassluis. La squadra di terza divisione è stata spazzata via alla Johan Cruijff Arena, ma la partita verrà ricordata per un episodio davvero commovente: l’ingresso in campo di Devin Plank.

Pasillo d’onore per Plank: è in cura per un tumore ma torna in campo, contro l’Ajax

Al 20enne è stato diagnosticato un tumore al perone quasi un anno fa e non giocava da ottobre 2020. L’attaccante aveva scoperto di avere il cancro dopo aver riportato un dolore al polpaccio. Il giovane era andato in ospedale e gli era stato diagnosticato un tumore maligno. Da allora, è in cura e non è più sceso in campo, almeno fino a mercoledì. 

Quando nei sorteggi è stato decretato che l’Excelsior avrebbe incontrato l’Ajax in Coppa d’Olanda, il club ha pensato che sarebbe stata l’occasione perfetta per riaccogliere Plank in campo. I medici hanno dato parere positivo, a patto che il 20enne giocasse un massimo di due minuti in modo che lo sforzo non influisse sulla sua guarigione. All’89’, quindi, è arrivata la sua occasione.

plank
Plank

Un momento unico, reso ancora più speciale dal fatto che i giocatori dell’Excelsior ma anche dell’Ajax si sono uniti per accoglierlo di nuovo in campo con un pasillo d’onore. Tutti i 22 giocatori in fila lungo la linea laterale hanno celebrato, nel bel mezzo della partita, il ritorno in campo di Devin. Un gesto meraviglioso per celebrare qualcosa di molto, molto più grande del calcio stesso.

In un’intervista nel post-partita, ai microfoni di ESPN, il ragazzo ha spiegato quanto significhi per lui il suo ritorno in campo: Sono molto felice di essere tornato in campo, anche se è stato per poco tempo. È stato un momento indimenticabile. Avevamo già fatto quattro cambi e pensavo di non entrare. Per fortuna l’allenatore non mi ha dimenticato. Sto lavorando ogni giorno per tornare. Spero di avere ancora molti minuti il ​​prima possibile”. 

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA