Lo striscione per Ilicic dei tifosi dell’Atalanta: “Josip non mollare” (FOTO)

Uno striscione per far capire a Josip Ilicic che non è solo, ma ha tutto il mondo nerazzurro che lo sostiene. A Zingonia, nell’inferriata vicino al cancello d’ingresso della sede e centro d’allenamento dell’Atalanta, i tifosi hanno affisso uno striscione d’incoraggiamento per il trequartista sloveno, assente dalle convocazioni in occasione delle partite con l’Inter e la Lazio per problemi personali.

Striscione per Ilicic a Zingonia

Non mi fa piacere parlare di questa situazione, la sua situazione ha alti e bassi e in questo momento ha avuto qualche problema di nuovo. Viene prima la persona e poi il giocatore. Al momento la cosa migliore è lasciarlo stare e parlare poco“. Queste le poche parole che Gian Piero Gasperini dopo il pareggio con la Lazio ha riservato alla delicatissima situazione di Josip Ilicic, assente nelle ultime due gare dell’Atalanta per problemi personali. Gli stessi problemi che l’avevano già tenuto lontano dalla squadra nell’estate del 2020. Per questo i tifosi nerazzurri hanno voluto far sentire tutta la loro vicinanza allo sloveno con un eloquente striscione esposto nel pomeriggio di domenica a Zingonia.

Striscione per Ilicic

Josip mola mia (non mollare in dialetto bergamasco ndr)! Bergamo è con te“, si legge nello striscione affisso dai tifosi atalantini vicino al cancello del centro di allenamento nerazzurro. L’azione è stata ‘firmata’ dal gruppo Facebook ‘Insieme per la Dea’, che nel post scrive: “Finalmente abbiamo avuto il permesso di metterli. Forza Dea, forza JoJo“, si legge.

Lo striscione per Ilicic

Accanto al drappo in sostegno di Ilicic con l’immagine del fantasista sloveno, altri tre affissi a fianco dell’entrata del Centro Sportivo Bortolotti: “La terra è coperta al 75% da acqua, il restante 25% è coperto da Palomino“; “Folle amore nostro” col profilo di Bergamo Alta e “Saracinesca. A Musso duro” dedicata al portiere.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA