UEFA fa causa a una pizzeria in Germania per il nome di una pizza…la Champignons League

Una pizza ai funghi crea malumori negli uffici della UEFA. L’organo di governo del calcio europeo ha intrapreso un’azione legale contro un ristorante tedesco per il nome di un loro piatto. Pizza Wolke, una piccola pizzeria di Gießen città dell’Assia in Germania, ha deciso di chiamare una delle sue pizze la “Champignons League”, ma la UEFA non ha apprezzato per niente questo gioco di parole.

UEFA fa causa a una pizzeria in Germania per il nome di una pizza, la Champignons League

L’organo di governo ritiene che ci sia una violazione del marchio “Champions League”. Dagli uffici di Nyon è stata quindi inviata una lettera ai proprietari del ristorante, per informarli che la UEFA ha avviato un’azione legale contro di loro. Un documento che ha sorpreso parecchio i titolari di Pizza Wolke, tanto che hanno deciso di pubblicare il tutto su Instagram. Nella lettera si legge: “Vorremmo informarvi che in questo caso rappresentiamo la UEFA. Un’adeguata autorizzazione è assicurata vigorosamente da un avvocato”.

Nella didascalia del post, i proprietari hanno voluto sdrammatizzare un po’: “Pizza Wolke vs UEFA. Viva la pizza CHAMPI(G)NONS LEAGUE! Mi sento onorato! Da ragazzo di calcio! Un’azione della UEFA? Sul serio? Vediamo fino a che punto arriva la UEFA! Acquista la pizza ai funghi più calda del mondo, a tutti!”. 

Uno scherzo? Assolutamente no, dato che l’organo di governo del calcio europeo, ai microfoni del quotidiano sportivo tedesco SID, ha confermato l’intenzione di intraprendere un’azione legale contro Pizza Wolke. 

La pizza ‘Champignons League’ è una semplice pizza margherita con supplemento di funghi champignon e si può trovare anche in versione surgelata sottovuoto. Oltre a gestire il loro ristorante, i titolari di Pizza Wolke producono infatti anche pizze surgelate. Le loro pizze, come spiega il Daily Mail, vengono vendute in 2mila supermercati sparsi in tutta la Germania. Un’idea nata a causa del Covid ma che ha portato ottimi frutti. Da dicembre 2020 hanno venduto più di 300mila pizze. 

Un successo così grande che ha spinto i proprietari a realizzare un’altra unità industriale per far fronte alla domanda di prodotto. In fabbrica producevano originariamente 2.500 pizze al giorno, ora la produzione verrà incrementata e verranno prodotte 7mila pizze al giorno.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA