Chelsea batte il Palmeiras e vince il Mondiale per club: per Jorginho la gioia è doppia

Grazie ad un rigore siglato da Kai Havertz nel secondo tempo supplementare, il Chelsea ha conquistato il Mondiale del Club battendo 2-1 i brasiliani del Palmeiras. Dopo il goal in finale di Champions League dunque, ancora decisivo l’attaccante tedesco, vero e proprio uomo dei momenti importanti in casa Blues. Ennesimo trofeo anche per Jorginho, per il quale questa vittoria ha un gusto più dolce del solito: il centrocampista aveva infatti un conto in sospeso proprio con il Palmeiras a causa di un episodio risalente a ben 18 anni fa…

La rivincita di Jorginho

Per la prima volta nella sua storia il Chelsea ha conquistato il Mondiale per Club battendo 2-1 il Palmeiras nella finale disputata ad Abu Dhabi. A sbloccare il match una rete di Lukaku in apertura di secondo tempo; pareggio dei brasiliani con Veiga su rigore al minuto 66′ e rete decisiva di Havertz durante il secondo tempo supplementare sempre su calcio di rigore. Con la vittoria dei Blues sul Verdao, Jorginho, che non ha preso parte alla sfida, ha avuto modo si prendersi una piccola rivincita. Come raccontato in conferenza stampa alla vigilia del match infatti, quando aveva 12 anni venne scartato proprio dal Palmeiras.

Non ho mai giocato a livello professionistico in Brasile, ma vi svelerò un piccolo segreto“, ha raccontato Jorginho. “Ho provato a giocare per il Palmeiras quando avevo 12 anni, ma non mi hanno preso. Questo è l’unico ricordo che ho del Verdao ed è davvero strano che 18 anni dopo mi ritrovi a giocare contro di loro in una finale di Coppa del Mondo per club. Penso sia una pazza coincidenza, ma questo è il calcio“.

Per il Chelsea la storica vittoria del Mondiale per club contro la squadra di San Paolo è stata speciale. Per Jorginho leggermente di più…

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA