Brasile, la delusione di Neymar: “Per questa generazione la nazionale non ha più importanza”

Messo da parte il rigore horror, ma anche la sconfitta del PSG contro il Nantes, Neymar si dedica a un’intervista con lo streamer brasiliano Alexis Gaules. L’attaccante, in diretta anche con il Fenomeno Ronaldo, ha affrontato diversi temi, dal Mondiale, a Messi, fino alla nazionale brasiliana e al rapporto tra tifosi e Seleção.

Brasile, la delusione di Neymar: “Per questa generazione la nazionale non ha più importanza”

A pochi mesi da Qatar 2022, O Ney ha parlato del sogno di vincere la Coppa del Mondo, la sesta per il Brasile. L’attaccante ha svelato quali, secondo lui, sono gli avversari da temere: “La Francia sta andando molto bene. Anche Germania e Argentina possono essere campioni. La Spagna ha un allenatore fantastico”. 

Parlando di nazionali, Neymar ha voluto anche esprimere la sua delusione per il distacco che si è creato tra i brasiliani e la Seleção: “È triste che il pubblico abbia preso le distanze. Per questa generazione, quando gioca la nazionale non ha importanza. Oggi la nazionale ha preso le distanze dalla gente, non so perché, ma lo vedo nelle partite. Si commenta poco, pochi sanno quando giochiamo. E questo è brutto, è triste. Quando ero bambino, la partita della nazionale era un evento. Si appendeva la bandiera brasiliana alla finestra o sul balcone. C’era il barbecue, le nonne e le mamme preparavano la torta. Era un evento molto sentito in casa. Oggi non avverto più quell’importanza. Non so come siamo arrivati a questo punto, spero che tutto torni come  qualche anno fa”. 

Neymar Messi

Neymar ha parlato anche dell’amicizia con Messi: “Quando c’è stata l’occasione per lui di venire a Parigi, ero molto felice. La squadra deve ancora prepararsi, ma qui vogliamo fare la storia”. Il brasiliano ha confessato che aveva tentato di tornare al Camp Nou per ritrovare l’amico argentino ma anche per sfuggire alle critiche in Francia. Un tentativo poi fallito: “Ho provato a tornare al Barcellona, ​​abbiamo fatto di tutto, ma non è stato possibile”.

E il futuro? Il ritorno in Brasile e al Santos potrebbe essere una possibilità, ma c’è un’altra destinazione che attira il brasiliano:Mi piacerebbe giocare nella MLS per almeno una stagione. Sembra che si giochi solo per 3 o 4 mesi e il resto è vacanza”.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA