Guerra in Ucraina, Mihajlovic provato lascia la conferenza in lacrime (VIDEO)

La Serie A si appresta alla 27^ giornata, ma inevitabilmente il pensiero va a quanto sta accadendo in Ucraina, dove ormai sono centinaia le vittime, anche tra i civili, dei bombardamenti dell’esercito russo. In conferenza stampa per presentare Salernitana Bologna, Sinisa Mihajlovic ha ricordato la guerra in Jugoslavia che ha vissuto in prima persona negli anni ’90. Il tecnico serbo ha però interrotto improvvisamente la conferenza visibilmente provato e in lacrime.

Mihajlovic lascia la conferenza stampa in lacrime

Ho letto una frase che diceva che la guerra la fanno i ricchi ma sono i poveri a morire – apre così l’argomento guerra Sinisa Mihajlovic, che poi prosegue –. Io sono convinto che la guerra non possa e non debba essere l’unico modo per risolvere i problemi. Ricordo quando c’era la guerra nel mio Paese, vincemmo la Coppa dei Campioni e c’era la guerra. Poi quando ho vinto il campionato con la Lazio bombardavano ancora. Questi sono i veri problemi”.

Un ricordo che fa ancora male: “Io speravo sempre che i miei allenamenti o le partite durassero 24 ore ha raccontato il tecnico rossoblù – perché solo in quei momenti non pensavo ai bombardamenti e alla guerra. Solo in quei momenti ero felice. A volte non sentivo i miei genitori per settimane, non sapevo se fossero ancora vivi. Quando vedevo partire gli aerei chiamavo mia madre e le dicevo di nascondersi in cantina”.

Poi chiude il discorso: “Io spero solo che, da prima notizia, la guerra non diventi presto la seconda, la terza o la quarta e dopo un mese non se ne parli più. Tutti dobbiamo cercare di dare un contributo, e sperare che sia una cosa che finisca presto, perché è una cosa più grande di noi”. Poi il tecnico si interrompe all’improvviso e ha lasciato la sala stampa in lacrime.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA