Tottenham, il dietrofront di Conte: “Mi scuso, ma non potete aspettarvi che dopo aver perso…”

Dall’euforia per la clamorosa vittoria in casa della corazzata Manchester City alla cocente delusione per la sconfitta contro il piccolo Burnley il passo è stato molto breve, e le parole al profumo di addio pronunciate da Antonio Conte dopo il passo falso del Turf Moor avevano fatto tremare i tifosi degli Spurs. Ma nella conferenza stampa alla vigilia della sfida in casa del Leeds, il tecnico leccese, reduce da un confronto con il presidente Levy, ha corretto il tiro scusandosi per il suo sfogo a caldo.

La marcia indietro di Conte

Sì, ho parlato con la società“, ha esordito Conte parlando ai giornalisti. “Il nostro presidente sa molto bene che io sono qui per aiutare il club in qualsiasi momento. E che lo farò fino alla fine. Questa è la realtà, e lui sa che stiamo lavorando duramente. Ha una grandissima considerazione per il nostro impegno e per quello del mio staff“. Parole che hanno fatto da preambolo per delle vere e proprie scuse per quanto affermato al termine della partita persa di misura in casa del Burnley.

conte sbotta contro i giornalisti inglesi

Se vi aspettate da me che quando perdo io sia felice e venga ai microfoni a ridere, beh, io non sono questo tipo di persona“, ha continuato l’ex Juventus, Chelsea e Inter. “Mi scuso per aver mostrato la mia delusione, forse avrei fatto meglio a mantenere le mie riflessioni all’interno del gruppo“. Poi ha concluso: “Ripeto che intendo aiutare il club sotto ogni aspetto. Loro mi mostrano grande considerazione ogni giorno e per questo sono grato al club perché mi rendo conto che la stima e la fiducia verso di me sono alte“.

Antonio Conte

L’addio agli SPurs sembra scongiurato. Almeno per ora…

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA