Ibra: “Psg club indisciplinato”. Leonardo: “Ha provato più volte a tornare. Aspetto ancora che ci ringrazi”

Leonardo torna a parlare del presente e del futuro del PSG in un’intervista a L’Equipe e, tra i vari argomenti, non manca un attacco a Zlatan Ibrahimovic. Tanti i temi toccati, il direttore sportivo del club francese, infatti, non si sofferma solamente sui rumors che riguardano il rinnovo di Kylian Mbappé o il possibile addio di Pochettino, ma risponde anche alle parole dell’attaccante svedese sulla squadra parigina. 

Ibra: “Psg club indisciplinato”. Leonardo: “Ha provato più volte a tornare. Aspetto ancora che ci ringrazi”

Il giocatore del Milan nella sua autobiografia ‘Adrenalina’ non aveva risparmiato delle critiche al Psg. Ibra, infatti, aveva accusato il club di essere “indisciplinato”. Parole confermate anche dal terzino belga Thomas Meunier, ora al Borussia Dortmund. 

Leonardo, che portò lo svedese al PSG nel 2012, ha risposto in maniera molto dura: Zlatan ha provato più volte a tornare al PSG, ma ancora sto aspettando la sua intervista nella quale ringrazia questo club per tutto quello che ha fatto per lui. Il PSG c’era prima di Ibra e continuerà ad esserci dopo. Le sue accuse di indisciplina? Non voglio neanche rispondere. Penso che se tutti i giocatori che sono passati di qui continuano a parlare del PSG è perché sperano di tornarci. Proprio come ha sperato Zlatan”.

leonardo

Il focus si sposta poi su Mbappé. Il club è pronto a tutto, ma ancora non si parla di cifre: “Non è vero che abbiamo proposto 50 milioni netti di ingaggio a stagione e 100 alla firma. Non abbiamo trasmesso nessuna offerta precisa. Anzi penso che di soldi se ne parlerà solo alla fine. Abbiamo voglia di mettere Kylian nelle migliori condizioni perché diventi il miglior giocatore possibile. Sappiamo sempre meglio quel che vuole e credo che lui stia riflettendo seriamente sulla questione. Kylian oggi è il migliore al mondo e Messi è sempre stato a questi livelli. Non si tratta di dire chi sia il migliore. Anche se ce n’è uno che ha 23 anni e l’altro 34. Ci sono delle possibilità per continuare insieme, e finché non ha firmato per altri, faremo di tutto per tenerlo con noi”. 

mbappé

Leonardo allontana i rumors anche su un possibile arrivo di Zidane e su un addio di Pochettino: Non abbiamo mai contattato Zidane, Pochettino non ha mai chiesto di andare via. Noi con lui parliamo di tutto”. E infine, c’è spazio anche per parlare di Neymar e della sua abitudine di andare in discoteca a pochi giorni dalle partite: “Credete davvero che un giocatore possa restare al vertice dodici anni, se non è professionale? I social network danno un’immagine distorta della realtà”. 

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA