Governo inglese sanziona Abramovich, beni congelati: non può vendere il Chelsea

Il governo inglese sanziona Roman Abramovich e congela i suoi beni in Inghilterra. Il magnate russo non potrà viaggiare nel Regno Unito e non potrà fare affari di alcun tipo con qualsiasi individuo o azienda nel Paese. L’oligarca, quindi, non potrà vendere il Chelsea. Il club potrà continuare a giocare grazie alla concessione di una licenza speciale dal governo valida fino al 31 maggio. 

Governo inglese sanziona Abramovich: non può vendere il Chelsea

Ma cosa succede ora? I Blues, come riporta Martyn Ziegler del Times, potranno continuare a giocare e giocatori e staff potranno ricevere ancora i loro stipendi, ma Abramovich non potrà più immettere soldi nella società di Londra. Il club non potrà più vendere biglietti, né ai tifosi di casa né agli ospiti. Rimangono però validi i ticket già venduti e gli abbonamenti a Stamford Bridge. Il Chelsea inoltre non potrà incassare dal merchandising nel Regno Unito, la vendita è stata bloccata e gli store ufficiali saranno chiusi fino a nuovo ordine, ma non solo. Anche la ristorazione allo stadio è bloccata.

Abramovich vuole tre miliardi

La società probabilmente non potrà acquistare o cedere giocatori, ma neanche rinnovare i contratti. Una notizia, quest’ultima, non ancora confermata dalla Premier League. I Blues in sostanza non possono generare profitti. Una misura destinata a rivoluzionare gli equilibri. 

abramovich presente ai negoziati tra ucraina e russia

La scorsa settimana, Abramovich aveva annunciato di voler vendere il Chelsea dopo quasi 20 anni di proprietà. Il magnate avrebbe donato il ricavato netto della vendita a “tutte le vittime della guerra in Ucraina”. Le sanzioni, però, entreranno in vigore prima che la vendita della squadra di calcio possa aver luogo e il 55enne non potrà cedere il club. 

Il miliardario è uno dei sette oligarchi russi sanzionati nelle scorse ore dal governo inglese: Le sanzioni di oggi sono l’ultimo passo nel sostegno incrollabile del Regno Unito al popolo ucraino – ha annunciato il primo ministro britannico Boris JohnsonSaremo spietati nel perseguire coloro che consentono l’uccisione di civili, la distruzione di ospedali e l’occupazione illegale di alleati sovrani”.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA