Wenger, nostalgia della panchina: “Mi manca allenare. Sono come un ragazzo che ha smesso di drogarsi”

Ad Arsene Wenger manca la panchina. Lui, che ha guidato l’Arsenal per 22 anni, ammette che gli manca l’intensità dei momenti che si vivono come allenatore. Il francese ha lasciato il club di Londra nel luglio 2018, ma non ha mai abbandonato il calcio. Il 72enne, infatti, nel novembre 2019 è stato scelto come capo dello sviluppo globale del calcio della FIFA. 

Wenger: “Mi manca allenare. Sono come un ragazzo che ha smesso di drogarsi”

Un ruolo importante e impegnativo, sicuramente, ma Wenger ammette che gli mancano le emozioni da tecnico. L’ex Gunners ha parlato ai microfoni di beIN Sport e quando gli è stato chiesto di un suo potenziale ritorno alla guida di un club ha confessato che il ruolo di allenatore gli manca: “Sai, posso contribuire in un modo diverso ma mi manca sempre, mi manca ancora l’intensità. Sono vulnerabile, sono come un ragazzo che non si droga più. Ma penso di poter contribuire in un modo diverso, e se posso farlo in tutto il mondo, è soddisfacente. Sono come te, sono un tifoso dell’Arsenal. È più che guardare il calcio, è uno stile di vita”.

È improbabile che Wenger possa tornare all’Arsenal nello stesso ruolo che aveva prima, anche perché al momento quel posto è già occupato da Mikel Arteta, che sta cercando di ricostruire il club.

La sua passione per il club di Londra e per il ruolo da allenatore, però, è ancora molto forte: “Si tratta di prendersi cura del bel gioco, dei valori che ci stanno a cuore, di questa roba che entra nel nostro corpo, in ogni cellula del nostro corpo. Ci preoccupiamo, ci preoccupiamo, siamo disperati, ma quando vieni qui, in questo teatro dei sogni, ti rendi conto di cosa significa“.

Wenger

Il francese potrebbe comunque tornare ad allenare o a far parte dello staff di un club, ma lontano dall’Inghilterra. Secondo alcuni media, il 72enne potrebbe ricevere un incarico dal Paris Saint-Germain. La società parigina, a quanto sembra, vorrebbe inserirlo nel suo staff, ma non come allenatore. Alcuni invece hanno fatto notare che il contratto di Didier Deschamps con la nazionale francese scadrà dopo i Mondiali di fine anno e forse potrebbero già avere un valido sostituto.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA