Cannavaro: “Mai stato vicino alla panchina della Nazionale. Sono preoccupato della rassegnazione”

Il clamoroso flop della Nazionale di Roberto Mancini negli spareggi per il Mondiale in Qatar ha portato dietro di sè strascichi polemici e tanti interrogativi sul presente e sul futuro del sistema calcistico azzurro. Una situazione che preoccupa tanti illustri addetti ai lavori, tra cui l’ex capitano dei campioni del Mondo del 2006 Fabio Cannavaro, il quale ai microfoni di Sky Sport ha analizzato il difficile momento del calcio italiano.

La preoccupazione di Cannavaro

Quanto siamo lontani dallo spettacolo offerto da City e Liverpool? Sotto tutti i punti di vista. Non ci rendiamo conto che dalle altre parti vanno a tremila all’ora e non siamo più i più belli e i più forti. Dobbiamo svegliarci“. Queste le parole a Sky Sport di Fabio Cannavaro, preoccupato dalla difficile situazione del calcio italiano. Dopo il flop degli Azzurri contro la Macedonia e le perplessità del Ct Mancini si era fatto anche il nome dell’ex difensore per la panchina italiana: “Anche se mi ha fatto piacere non c’era niente di vero. È normale che quando non si raggiungono certe manifestazioni vengano fuori determinati nomi, il mio passato da ex giocatore ed ex capitano della Nazionale è importante“.

cannavaro lascia la cina

Oltre alla mancata qualificazione a Qatar 2022, Cannavaro è preoccupato dall’atteggiamento italiano: “Quello che mi spaventa è la rassegnazione da parte di tutti, come se fosse diventata la normalità. Non so cosa bisogna fare per il futuro ma è un sistema che non funziona: nelle coppe non andiamo avanti, con la Nazionale non andiamo avanti, c’è da cambiare. Bisogna fare qualcosa, è un meccanismo che non ci sta portando da nessuna parte“.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA